Advertisement
Advertisement
Le Sardine

LE SARDINE contro violenze e consumo

La lotta per l'ambiente, l'immigrazione, la conoscenza. L'antifascismo e l'importanza della Costituzione, il no alla violenza ed alle parole violenti....
Community-Beitrag von Karl Trojer02.03.2020
Bild des Benutzers Karl Trojer
Advertisement

Estratto da LA REPUBBLICA del 28 febbraio 2020 :

ROMA - La lotta per l'ambiente, l'immigrazione, la conoscenza. L'antifascismo e l'importanza della Costituzione. Ricordano Liliana Segre e citano Martin Luther King. Per lottare contro la paura. Le Sardine arrivano nello studio di Amici di Maria De Filippi per raccontare e mostrare il senso del loro impegno. "Superiamo ogni giorno la paura perché la bellezza è sempre a portata di mano".  
La prima a parlare è stata Jasmine Cristallo, mentre poco prima sullo sfondo scorrevano le immagini del piccolo Aylan disteso senza vita su una spiaggia, una foto di Greta, o immagini di impatto simbolico come un orso polare sconvolto dal caldo, o due ragazze che si amano. Jasmine ha messo in guardia da chi "usa la paura per ottenere consenso" e ha citato la famosa frase di Dostojevski sulla bellezza che salverà il mondo.

Da Lorenzo Donnoli è arrivato invece il grido di chi ha sofferto di autismo, di chi è omosessuale: "Ho pensato che fosse meglio morire piuttosto che vivere come pensavo volessero gli altri e invece no: è una figata essere se stessi!"ha esclamato tra gli applausi del pubblico, ricordando la tragedia degli annegamenti in mare, come quello del bambino con la pagella cucita addosso. "Non possiamo rimanere immobili... Cambiare noi stessi è gratis... Due cose ci salvano, la conoscenza e l'amore".
A concludere, Mattia Santori che ha citato la tragedia della Shoah, "la bambina che sogna di essere la farfalla che vola sopra il filo spinato", la lotta per la Costituzione, quando "il popolo italiano smetteva di essere servo", e poi Martin Luther King che ha lottato perché "neri e bianchi potessero avere gli stessi diritti..". Per Santori, "il filo comune" a legare queste persone era la paura, "un sentimento che preannuncia che stai per passare dall'ordinario allo straordinario. Noi stessi abbiamo avuto paura -ha concluso, riferendosi alle Sardine- e questo è il nostro augurio, di avere paura e di superarla. Ogni giorno, perché la bellezza è a portata di mano"
I leader delle Sardine hanno rivendicato la scelta. è giustoPartecipare alla trasmissione Amici di Maria De Filippi. "Pronti al debutto. Con la giusta tensione di chi fa qualcosa che non ha mai fatto, ma con la felicità di portare un messaggio in cui crediamo in un posto che ci piace perché parla con l'arte, in cui abbiamo scelto di essere. Questa sera apriremo la prima puntata del serale di 'Amici'. Una decisione forte che rivendichiamo e che ci dà l'opportunità di parlare ai giovani e di portare i nostri valori in un programma che premia il talento". E' quanto scritto in un post sulla pagina ufficiale Facebook 600sardine, prima della partecipazione alla trasmissione.
"Un movimento che ha fatto della contaminazione culturale, del nuotare in mare aperto, dello stabilire la propria azione come azione di gruppo, non poteva sottrarsi ad un invito in un programma che coinvolge una fascia intergenerazionale, importante per chiunque intenda costruire ponti e abbattere steccati. A stasera". Così su Facebook Jasmine Cristallo, referente calabrese delle Sardine, in vista della partecipazione di alcuni esponenti del movimento, fra cui Mattia Santori, alla prima puntata della 19esima edizione di "Amici" di Maria De Filippi.

Advertisement
Advertisement

Kommentar schreiben

Advertisement
Advertisement
Advertisement