chaneln5.png
from the web
Advertisement
Advertisement
Icona intramontabile

Il profumo femminista

Chanel n° 5 che, oltre a rappresentare lo stile di una casa di moda, divenne uno stile di vita anticonformista.
Community-Beitrag von Giudizi Universali BZ03.06.2019
Bild des Benutzers Giudizi Universali BZ
Advertisement
Advertisement

Non esiste donna al mondo che non abbia mai avuto la tentazione di provare una volta nella sua vita il classico intramontabile della profumeria francese, ovvero Chanel n° 5. La vaniglia, il gelsomino, la rosa e il bergamotto non sono solo alcuni degli ingredienti che compongono questa inconfondibile fragranza, ma al tempo stesso rappresentano anche le carte vincenti della seduzione, ovvero l'eleganza, la raffinatezza e la femminilità. Inoltre questo profumo rappresentò e rappresenta tuttora l'indipendenza e la vittoria del femminismo, valori in cui credeva la sua creatrice. Infatti Coco Chanel, durante la sua carriera, valorizzò la donna creando molte linee di abbigliamento rivoluzionarie per l'epoca, che permettevano di vedere il genere femminile al pari con quello maschile. Nonostante il profumo sia quasi centenario, la sua iconicità non è mai tramontata e sorge spontaneo domandarsene il motivo. Un fattore determinante del successo di questo profumo furono i diversi testimonial che lo pubblicizzarono. Durante un'intervista nel 1952 Marylin Monroe, la più celebre testimonial della fragranza, dichiarò: "Cosa indosso a letto? Chanel n° 5, ovviamente". Un altro motivo, per il quale il profumo divenne inconfondibile, è la boccetta all'interno della quale è contenuto, cioè una boccetta in vetro di forma rettangolare il cui tappo ricorda un diamante. Questi fattori incrementarono notevolmente il successo di questo profumo (già celebre per il semplice motivo di appartenere alla casa Chanel e di rispecchiare gli ideali anticonformisti della stilista) e gli donarono un' iconicità perpetua che non si spense nemmeno con la morte della sua creatrice, la stessa Coco Chanel.

Santese Anna Lucia

Olivetto Anja

Amal Jamil

Tucci Martina

Advertisement

Kommentar schreiben

Advertisement
Advertisement
Advertisement