Advertisement
Advertisement
Luminarie

Fili scoperti di fronte alla scuola

Fili scoperti, luminarie pericolose a Bolzano davanti alle scuole professionali in lingua tedesca
Community-Beitrag von rosanna oliveri10.12.2019
Bild des Benutzers rosanna oliveri
Advertisement

Fili scoperti, luminarie pericolose a Bolzano davanti alle scuole professionali in lingua tedesca

Luminarie attaccate male, difettose, poco luminose e non diffuse in modo omogeneo in tutta la città. A questo ora si aggiunge anche la pericolosità di alcune luci attaccate tutt'altro che a regola d’arte. È il caso dei fili scoperti in Via Roma, all'altezza del semaforo proprio di fronte alla scuola professionale in lingua tedesca. A denunciarlo è L’Alto Adige nel Cuore.

“Si tratta di un problema che riguarda soprattutto la sicurezza in una zona molto frequentata soprattutto dagli adolescenti che frequentano la scuola professionale – sottolinea Rosanna Oliveri, referente scuola de L’Alto Adige nel Cuore -. Mi è capitato purtroppo di notare degli studenti intenti a giocare con i fili, mettendoci le dita e tirandoli ancora più fuori. Negli edifici scolastici si garantisce il massimo della sicurezza ma questa dovrebbe essere garantita anche negli spazi nelle immediate vicinanze.

In generale la sicurezza deve essere garantita a tutti i cittadini: ricordiamo che Piazza Ziller, in Via Roma è molto frequentata in tutto l’arco della giornata. Questo non sembra nemmeno essere un caso isolato, nei giorni scorsi i vigili del fuoco sono già dovuti intervenire per dei cavi che penzolavano in Via Resia e in Via Piacenza, i pompieri hanno dovuto riagganciare un cavo elettrico che si era abbassato a due metri dalla carreggiata, con il rischio che venisse tranciato da un autobus”.

Alle critiche sulla sicurezza si associa Alessandro Urzì, consigliere provinciale de L’Alto Adige nel Cuore e di FdI che aggiunge: “Le luminarie quest’anno sono state un disastro su vari aspetti. Quanti soldi sono stati spesi e per ottenere cosa? Adesso le sostituiscono con quelle di un’altra ditta, arrivata seconda ma nel frattempo quanto tempo si è perso? Per rispondere a tutte queste domande il nostro consigliere comunale Alessandro Forest ha richiesto all’assessore Gennaccaro il rendering complete per accertare le responsabilità del Comune. Vedremo i dati e soprattutto, vedremo come la Giunta comunale intende attivarsi per porre rimedio a tutto questo e quanto tutto questo era prevedibile”.

Advertisement
Advertisement

Kommentar schreiben

Advertisement
Advertisement
Advertisement