LPA

Christian Tommasini e la consulta culturale

Advertisement
Advertisement
associazionismo

Il massacro dell'associazionismo italiano

Secondo un preciso disegno di smantellamento e sostituzione.
Community-Beitrag von Andreas Perugini30.03.2015
Bild des Benutzers Andreas Perugini
Advertisement

Nessuna difesa d’ufficio per La Comune: semplicemente quanto riportato dal comunicato della Provincia e rilanciato dalla stampa o non corrisponde al vero, o si riduce ad un vergognoso attacco ad hominem contro la presidente dell’associazione. 

Se la matematica non è un’opinione, al di là dei proclami dell’assessore, nel complesso dal 2009 al 2013 (il periodo della sua nomina ad assessore)* le 141 associazioni presenti 5 anni fa hanno subito tagli per oltre 270.000 euro.

24 associazioni sono scomparse (il 16,22% del totale). Tra le grandi associazioni scomparse ci sono realtà importantissime come il Circolo Masetti che tutti conoscono per l’impegno decennale profuso nel quartiere Don Bosco. Al posto troviamo solo 6 nuove piccole associazioni ma, soprattutto, troviamo la Coop19. 

A livello comunale, notizia di pochi giorni fa, hanno fatto fuori la ZOT che ha inventato e da vent’anni gestiva, senza contributi, il mercatino delle pulci del Talvera.

Esiste un preciso disegno per eliminare le associazioni culturali, soprattutto quelle non allineate e non al servizio come La Comune - benché apparentemente della stessa area politica- per farle sostituire da cooperative di servizi neocostituite ad hoc prive di storia e di legami territoriali e al servizio dell’assessorato. Queste, praticamente su incarico, promuovono una cultura spettacolo, usa e getta, che non lascia nulla sul territorio se non risvolto d’immagine politica a fini elettoralistici. Si veda esemplificativamente lo scandalo della candidatura a Capitale della Cultura ed il relativo sperpero di oltre un milione di euro.

Negli ultimi dieci anni, col pretesto della crisi, il centrosinistra ha massacrato la cultura e le sue stesse associazioni di area spianando la strada al depauperamento culturale dell’intera comunità italiana di questa terra. Le associazioni sono poco controllabili, non si mettono al servizio, vanno eliminate. 

*del 2014 non non ci sono ancora i dati

altre note correlate: 

Verba Volant, Scripta Manent:
https://www.facebook.com/notes/andreas-perugini/verba-volant-scripta-manent/10154578511640387

"Nessuna agonia della cultura"? Il comunicato stampa di Tommasini è l'ennesima velina
https://www.facebook.com/notes/andreas-perugini/nessuna-agonia-della-cultura-il-comunicato-stampa-di-tommasini-è-lennesima-velin/10154456979290387
  Nuovo Polo Bibliotecario: speculazione edilizia più che opportunità culturale
https://www.facebook.com/notes/andreas-perugini/nuovo-polo-bibliotecario-speculazione-edilizia-più-che-opportunità-culturale/10154119551270387

Capitale e capitali https://www.facebook.com/notes/andreas-perugini/capitale-e-capitali/10152709365150387 \
Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Advertisement

Kommentare

Bild des Benutzers Mensch Ärgerdichnicht
Mensch Ärgerdichnicht 01.04.2015, 13:14
E naturlamente in fase elettorale tutti dalla parte delle associazioni, mi raccomando eh?! Ma per favore!
Advertisement
Advertisement
Advertisement