Spagnolli, Luigi
Othmar Seehauser
Advertisement
Advertisement
Elezioni 2022 wahlen

"Il PD prosegua con Team K e Verdi"

Il neoeletto senatore Gigi Spagnolli convinto che il progetto politico debba andare avanti "per un cambio di paradigma". "A Roma rappresenterò l'elettorato non Svp"
Von
Bild des Benutzers Fabio Gobbato
Fabio Gobbato26.09.2022
Advertisement

Support Salto!

Unterstütze unabhängigen und kritischen Journalismus und hilf mit, salto.bz langfristig zu sichern! Jetzt ein salto.abo holen.

Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Spagnolli, Luigi
Othmar Seehauser
elezioni 22 wahlen

Senatore Spagnolli

Advertisement

Kommentare

Bild des Benutzers Massimo Mollica
Massimo Mollica 26.09.2022, 12:13

Brevi considerazioni politiche:
1) si dice che l’Italia abbia svoltato a destra, in realtà è solo la contingenza dettata dal pessimo sistema elettorale e dalle proposte in gioco. FdI ha preso il 26% del 60% degli elettori (il M5S aveva fatto meglio nel 2018). E vediamo quanto durerà questo governo, anche se il potere è un ottimo collante;
2) l'elettore è più mobile di quello che si pensi e se la tornata prima qui da noi spopolava la Lega oggi è FdI, domani chissà;
3) la politica è tutta in crisi e lo è pure qui nella nostra terra. Chi va a votare spesso lo fa per dovere non per passione. Il nichilismo interessa un po' tutti.
4) chissà se chi si sente di centro sinistra, che crede nella convivenza, che crede nel modello Alto Adige Südtirol, soprattutto tra gli italiani, si convincerà che non ha senso replicare modelli partitici nazionali. Parlo soprattutto di PD e Azione etc. etc. Già siamo 4 gatti.

Faccio le mie congratulazioni a Gigi. Che porti, come ha detto, la nostra autonomia a Roma. Porti il nostro modello, che risulta vincente. Pure all'interno del Partito Democratico, che si strutturi in modo autonomo a livello provinciale. Iniziamo a osare, salutando e ringraziando i dinosauri del partito. Il Partito, nonostante tutto, è vivo e vegeto e l’opposizione gli farà più che bene.

Bild des Benutzers Gianguido Piani
Gianguido Piani 26.09.2022, 13:33

Una domanda per il Neo-Senatore Spagnolli. In passato proprio su Salto ha ignorato altre mie domande, forse adesso e' di buon umore e vuole rispondere.
Marine Le Pen e' per la nazionalizzazione dei servizi pubblici essenziali (acqua, elettricita', ecc.)
Giorgia Meloni e' per la nazionalizzazione dei servizi pubblici essenziali. E' l'unica che in questa campagna elettorale ha presentato un piano concreto per la ripresa del controllo statale sulle reti di telecomunicazione.
Ieri la presidente SPD (socialdemocratica!) del Bundestag tedesco ha dichiarato che servizi essenziali quali l'energia andrebbero nazionalizzati in quanto il mercato ha fallito. Succhia straprofitti e garantisce un bel niente. E in effetti il Governo tedesco sta nazionalizzando il gestore di gas Uniper.
D'altro lato l'Europa, intesa come burocrazia brussellese, e' per i mercato, vede solo il mercato, sa nulla di servizi essenziali e per lei le nazionalizzazioni sono anatema, Belzebu e Satana messi insieme.
Fatte queste premesse, il giorno in cui il nuovo governo presentera' un progetto concreto per la nazionalizzazione dell'energia elettrica, il Senatore Spagnolli come votera'? Pro Governo e contro l'Europa, o pro Europa e contro il Governo?

Advertisement
Advertisement
Advertisement