huffingtonpost.it

Advertisement
Advertisement
Flüchtlinge

"Das ist Rassismus"

Die Berichte und Diskussionen über Flüchtlinge reißen nicht ab. Ein Eintrag im Blog von Beppe Grillo sorgt auch auch hierzulande für Gesprächs- und Zündstoff.
Advertisement
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Kommentar schreiben

Kommentare

Bild des Benutzers Mensch Ärgerdichnicht
Mensch Ärgerdichnicht 10.08.2015, 09:42
Es stinkt nach Wahlen, da versuchen Rieder und co. Casapound ein Paar "moderate" Wähler abzuluchsen.
Bild des Benutzers Maria Teresa Fortini
Maria Teresa Fortini 10.08.2015, 12:40
Perchè sempre a pensare alle elezioni? Signor Mensch, non le capita tutti i giorni di parlare di questo tema con la vicina, con il parrucchiere, con la nonna? A me si, e non gli dico che sono razzisti, fascisti o rifondaroli, ci provo a ragionare a capire cosa è cattiva informazione , cosa è vera paura e cosa forse è reale oggettiva osservazione da cittadini, quale siamo anche noi, senza sempre un " bollino" di appartenenza politica. :-)
Bild des Benutzers Mensch Ärgerdichnicht
Mensch Ärgerdichnicht 10.08.2015, 13:44
Perchè come dice il detto a pensar male si fa peccato ma spesso s'indovina. Il problema degli sbarchi e dei flussi migratori è di certo diventato molto più critico di qulache anno fa, è chiaro che va discusso. Ma quando si sentono frasi del tipo razzismo verso gli italiani perchè l'immigrato costa venti o trenta € al giorno, mentre all'italiano si nega il reddito di cittadinanza, sembra di essere fra leghisti. Se questa idee vengono postate in concomitamza con una mozione di sfiducia per il sindaco in carica, basta poco per fare 2 + 2. Per favore non prendiamoci in giro.
Bild des Benutzers Maria Teresa Fortini
Maria Teresa Fortini 10.08.2015, 12:35
La questione immigrazione-profughi è una questione troppo seria e delicata per essere utilizzata dalla propaganda politica. Non esiste un politicaly correct, non esistono mostri come non esistono professori. Una questione complessa che esula indubbiamente dai confini comunali e regionali altoatesini per avere implicazioni europee e mondiali. Non ci sono buoni o cattivi, ma posizioni diverse di chi pensa che il sistema di controllo e di accoglienza dei profughi funzioni bene e chi invece pensa che sia meglio cominciare a pensare di controllare le entrate , perchè i mezzi e le risorse locali e nazionali da soli non possono più essere sufficienti. Le preoccupazioni di molti cittadini, a volte fomentate e strumentalizzate, vanno comunque prese sul serio e occorre far capire che il problema viene affrontato, anche se con difficoltà e non viene invece snobbato da presunti intellettuali dell' accoglienza. E' indubbio che intorno al mondo dell' accoglienza si è creato un giro di affari più o meno leciti, che va dagli scafisti fino a chi sfrutta i fondi per altri fini. Bisogna vigilare, agire con trasparenza. Bolzano è indubbiamente una situazione esemplare, con una buona accoglienza, grazie all' ottimo lavoro delle diverse associazioni e dei cittadini volontari. Certamente più drammatiche le situazioni in molti altre città e paesi. Giusto è continuare a riservare a chi arriva una ospitalità fatta di vitto , alloggio, sanità ecc e, per chi decide di restare, delle prospettive di integrazione nella nostra comunità , magari con la possibilità (complessa) di un lavoro non sfruttato, come accade in molte parti del nostro meridione ma anche del nord. E' certo che più aumenterà il carico di immigrazione più sarà difficile la situazione e parlarne con serenità, affrontando temi spinosi senza scontate classificazioni politiche potrebbe aiutare.
Bild des Benutzers Klaus Griesser
Klaus Griesser 11.08.2015, 18:15
Liebe Teresa, ich halte die Position von Bertola/ M5S für fremdenfeindlich, rassistisch. Sie setzt beim individualistischen Bewusstsein des nicht wissenden semplice cittadino an, der sich berechtigterweise dagegen auflehnt, dass aus Steuergeldern den Flüchtlingen ein Taschengeld gezahlt werden soll. Dass es die Flüchtlinge gibt, weil ihnen ihre Lebensgrundlage von einer kleinen Gruppe von Oligarchen genommen worden ist, interessiert ihn nicht. Der Ansatzpunkt ist aber nicht das mit mafiösen Praktiken verteilte momentane Aufenthaltsrecht an diese verzweifelten Menschen, sondern: wieso zahlen nicht diejenigen, die diese Flüchtlingsströme verursacht haben? Es kann nicht sein, dass die europäischen Völker dieses Verbrechen an der Menschheit mit ihren Steuergeldern ausgleichen. Es geht darum laut und deutlich anzuprangern, wer die Schuld trägt für diese gewaltigen Flüchtlingsströme und zu verlangen, dass die Verursacher für die Folgen ihrer Verbrechen aufkommen müssen. Es geht darum, dass endlich die Reichen -auch die Kirche!- ordentlich ihre Steuern zahlen , es geht nicht darum, die Flüchtlinge wieder zurückzuschmeißen. Unsre Regierungen holen nicht die Steuern der Reichen ein, das ist der wahre Skandal - so hat das erst kürzlich der Nobelpreisträger Stiglitz in Trient wiederholt!
Bild des Benutzers Sabrina Bussani
Sabrina Bussani 12.08.2015, 11:09
Maria Teresa scrive che "la questione immigrazione-profughi è una questione troppo seria e delicata per essere utilizzata dalla propaganda politica", e anche che "provo a ragionare a capire cosa è cattiva informazione". Non posso che essere d'accordo con queste affermazioni, ma non capisco allora perchè tentare di avviare una discussione associando due tematiche che non c'entrano nulla una con l'altra. Mi pare evidente che la discussione in questo modo parta già viziata, indipendentemente dalla posizione che il singolo partecipante sostenga. Inoltre questo è proprio uno dei modi con cui si contribuisce alla strumentalizzazione e la cattiva informazione perchè dire "Il reddito di cittadinanza va bene per gli stranieri e non va bene per gli italiani. Questo sì che è razzismo!" suggerire anche abbastanza direttamente l'idea che sia colpa dei profughi e/o dei soldi spesi per i profughi se "noi" non possiamo avere il reddito di cittadinanza. Benvengano le discussioni su entrambe le tematiche, ma per favore con serietà, iniziando con il tenerle distinte. Se si vuole veramente un dibattito che superi strumentalizzazione e cattiva informazione e possa fornire spunti concreti, allora si inizi ad approfondire e a studiare le questioni e a fornire dati concreti (= informare) anche sulle cause profonde delle questione affrontate. Chi fa politica (e qui mi rivolgo un po' a tutti i politici) deve avere ben chiaro che le sue esternazioni/affermazioni e soprattutto decisioni hanno conseguenze dirette e concrete sulla vita delle persone, che siano cittadini italiani o persone costrette a fuggire in modo disumano dal proprio paese.
Bild des Benutzers Klaus Griesser
Klaus Griesser 12.08.2015, 12:14
Voll einverstanden dass das Flüchtlingsproblem nicht politisch ausgenutzt werden darf, genau deswegen bin ich gegen die Aussagen von Bertola. Die sindeinseitig, beschreiben nur das Phänomen dass diese verzweifelten Menschen einen Zettel bekommen und die Auffangposten Geld aus dem Steuerfond, ohne Ursachen oder Hintergründe dafür zu erwähnen, aktivieren damit die irrationale Wut des Einzelnen a' la: "Wie, ich verfüge um weniger Geld als dieser Flüchtling mit 35€ pro Tag? Weg mit dem!" und sowas wird dann Fremdenhass, der in diesem Fall von M5S geschürt wird. Warum wird nicht gesagt: wenn wir uns menschlicherweise um diese Leute kümmern müssen, warum trifft es dann letzten Endes immer nurdiejenigen die eh die Steuern zahlen und die eh nicht die Flüchtlingsströme verursacht haben? Solche fremdenfeindliche Äußerungen schüren die Gewalt Armer gegen die Ärmsten, beide Opfer der Situation.
Bild des Benutzers Maria Teresa Fortini
Maria Teresa Fortini 12.08.2015, 16:02
Ciao Sabrina, ho riflettuto su quello che scrivi. Penso che il reddito di cittadinanza e le spese relative all'accoglienza di cittadini in fuga dai loro paesi , abbiano la stessa dignità e urgenza di esistere . Per il governo italiano, ( Pd e parte del centro destra che insieme ci governano), non è così. Non sono abbastanza "scaltra", (o forse sono proprio ingenua ;-), da temere il giudizio feroce di chi vuole tenere le tematiche distinte . Credo che siamo di fronte ad un impoverimento generale, anche culturale, e non possiamo permetterci di fare una classifica delle " situazioni peggiori", abbiamo il dovere di pretendere che i soldi delle nostre tasse siano spesi per rendere migliore la vita di tutti coloro che sono in difficoltà. Per farlo c'è da risparmiare sui troppi sprechi, sui privilegi, mandare a casa chi guadagna sulla pelle degli altri, informare e non lasciare che il dibattito si areni, magari in modo politicamente corretto e distinto, nelle paludi del buonismo e/o dei ruspaioli.
Bild des Benutzers Sabrina Bussani
Sabrina Bussani 12.08.2015, 18:45
Scusa Maria Teresa, ma insisto. Non ho mai scritto che bisogna fare una classifica delle situazioni peggiori e sono d'accordo sul fatto che le due tematiche abbiano stessa dignità, ma continuo ad essere convinta che è proprio buttandole insieme che si finisce per impoverire la discussione su entrambe e, forse anche involontariamente, per contrapporre l'una all'altra e così togliere dignità a entrambe e anche, permittimi, di fomentare un razzismo già abbastanza diffuso. Hai ragione a dire che c'è da risparmiare sugli sprechi e sui privilegi, e credo di capire che la tua argomentazione sia: se non ci fossero gli sprechi allora ci si potrebbe permettere il reddito di cittadinanza (ma anche strutture di accoglienza per i profughi che non siano costantemente sovra-affolate, un maggior numero di corsi di lingua e di formazione, assistenza psicologica alle vittime di tortura, o qualunque altra attività che permetta a chi è approdato qui per disperazione di inserirsi in modo dignitoso nelle nostre società con meno fratture per tutti). Quindi perché non hai posto la questioni del reddito di cittadinanza riferendoti p.es. agli spesso astronomici rimborsi spese di molti politici che vanno ad aggiungersi a stipendi che superano l'immaginazione di ogni operaio e che includono spese che ogni normale cittadino con stipendio notevolmente inferiore deve pagarsi da sé, oppure alle opere gigantesche anche nei costi fatte senza alcun serio studio costo/benefici, oppure all'entità dell'evasione fiscale.... insomma, di tematiche tra cui scegliere ce ne sono davvero tante, perché associare allora la questione del reddito di cittadinanza proprio alle spese sostenute (peraltro in parte con soldi che arrivano dall'Europa – è di questi giorni la notizia che l'Europa stanzierà altri 310 milioni di euro all'Italia per l'accoglienza profughi) per le persone più disperate e bisognose nonché vittime delle conseguenze di politiche a cui hanno contribuito anche i nostri governi? Vogliamo a questo punto sollevare la questione degli accordi commerciali e delle forniture di armi a regimi e dittature che non rispettano nemmeno approssimativamente i diritti umani sul proprio territorio? Questo non significa negare che accanto a chi si impegna veramente per l'accoglienza dei profughi ci siano persone che lucrano sulla disperazione di altri, e sono d'accordo che chi lo fa va mandato a casa e indagato per truffa e furto (ai danni in primo luogo dei profughi!). Le risorse che così andrebbero a liberarsi sarebbero però da destinare a una migliore accoglienza (è per questo che riceviamo i soldi dall'Europa) perché la situazione dell'accoglienza non è idilliaca nemmeno a Bolzano. Mi pare che qui ci siano da valutare davvero tante questioni correlate (inclusa la politica estera italiana e europea) senza bisogno di buttarci dentro anche la questione del reddito di cittadinanza che immagino avrà a sua volta altrettante implicazioni di cui tenere conto e che molto volentieri considererei in un dibattito a parte.
Advertisement
Advertisement
Advertisement