Werbung
Benko
Dura reazione di Heinz Peter Hager al nuovo ricorso di Emozioni Alto Adige contro Benko: “vanno contro la volontà dei cittadini”.
Werbung

Gli avvocati della cordata concorrente rispetto a Benko martedì scorso hanno presentato un ulteriore ricorso al TAR per impedire nello specifico la pubblicazione del bando per la vendita degli immobili del Comune che rientrano nell’area che sarà interessata a partire dall’autunno prima dalla gara e poi dalla costruzione del Kaufhaus di via Alto Adige a Bolzano
Contro questa iniziativa si scaglia Heinz Peter Hager, il plenipotenziario altoatesino di René Benko, parlando di un “espediente giuridico che va chiaramente contro la volontà dei due terzi dei cittadini di Bolzano che attraverso il referendum hanno appoggiato il progetto”. 

Hager cita esplicitamente nel suo atto d’accusa il patron di Sportler Georg Oberrauch che - a suo dire - “quando tre anni fa assieme ad alcuni commercianti dei portici e altri suoi alleati ha fondato in quattro e quattr’otto la Emozioni Alto Adige non non pensando allo sviluppo del centro di Bolzano”. 
Il rappresentante altoatesino di Benko ricorda quindi che il progetto alternativo di Emozioni Alto Adige (“realizzato solo dopo la presentazione di quello di Benko”) è già stato bocciato dalla Conferenza dei Servizi di Comune e Provincia, “in quanto presentava gravi lacune e avrebbe peggiorato il quadro urbanistico complessivo di Bolzano”. 

Hager si scaglia quindi esplicitamente contro quelli che lui chiama “i re dei portici” che, a suo avviso, non hanno mai voluto creare qualcosa di nuovo “ma semplicemente impedire che si faccia qualcosa di nuovo”. 
Concludendo la sua posizione il responsabile di KHB ricorda che il progetto Kaufhaus Bozen Bolzano è stato recentemente “ulteriormente adeguato alle esigenze del Comune, prevedendo accessi sotterranei ai parcheggi interrati del centro, centri diurni e mense per bambini e anziani, uffici pubblici, parcheggi per biciclette, una sostanziale moderazione del traffico e una rivalutazione del verde pubblico". 

Werbung

Kommentare

Bild des Benutzers Massimo Mollica
“i re dei portici” assieme a quelli del movimento dei 5 stelle, ai verdi, agli ambientalisti della domenica...e tutti contro la volontà dei bolzanini. APPLAUSI
Bild des Benutzers Luca Fazzi
E' un pinocchio. Non sono stati i due terzi dei bolzanini a votare a favore del progetto Benko ma i due terzi dei votanti. Che non erano peraltro tutto bolzanini avendo l'ottimo commissario Penta esteso il diritto di voto ai pendolari.
Bild des Benutzers Filippo Turati
Giusto. Sarebbe anche compito della redazione correggere la parola "referendum" essendo stato un semplice sondaggio senza vincoli referendari (un soggetto privato che spende 1 milione per manipolare cittadini persino durante la votazione, l'assenza dell'informazione istituzionale neutrale). Le parole sono importanti!
Werbung