Peppe Dell'Acqua
upi
Advertisement
Advertisement
Salto Gespräch

I “matti” e il Sudtirolo inamovibile

Lo psichiatra Peppe Dell'Acqua sull'aumento dei Tso a Bolzano, il disturbo mentale e l’incontro con Basaglia, padre della legge 180 che sancì la chiusura dei manicomi.
Von
Bild des Benutzers Sarah Franzosini
Sarah Franzosini25.06.2017
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Wir von salto.bz arbeiten auch in der aktuellen Krise voll weiter, um Informationen und Analysen zu liefern sowie Hintergründe zu beleuchten – unabhängig und kritisch. Unterstützen Sie uns dabei und holen Sie sich jetzt ein Abo, um salto.bz langfristig zu sichern!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Conca
Youtube
Sviluppi

Gran Circo Conca

contenzione.jpg
particolare di un'opera di Salvatore Scarpitta
Oltre la censura

Il corpo domato

Advertisement

Kommentar schreiben

Kommentare

Bild des Benutzers Alberto Stenico
Alberto Stenico 25.06.2017, 16:27

Non sono d'accordo sull'espressione "eppure restano delle sacche che sono omologabili alle psichiatrie tedesche degli anni ’30."

Bild des Benutzers Valentino Liberto
Valentino Liberto 25.06.2017, 17:08

E sulla base di quali argomenti lei non sarebbe d'accordo?

Bild des Benutzers Alberto Stenico
Alberto Stenico 25.06.2017, 17:34

Se per "psichiatrie tedesche degli anni '30" si intendono le pratiche attuate dal regime nazista come eutanasia e sterilizzazione coatta, la similitudine con attuali situazioni in provincia di Bolzano, è fuori luogo.

Bild des Benutzers Paul Stubenruss
Paul Stubenruss 26.06.2017, 08:13

Historiker wissen mehr. Was in Deutschland ablief war illegal. Es wurde schlichtweg vergessen die Gesetze der Rassenideologie an zu passen.

Bild des Benutzers Chiara Chiara
Chiara Chiara 28.06.2017, 10:30

Lavoro nella tanto "malfamata" psichiatria di Bolzano dopo aver lavorato in tanti altri posti in Italia. Sono rimasta malissimo dopo avere letto l'articolo del Dott.Dell'Acqua perchè non c'è niente di vero in quello che dice circa il nostro modo di lavorare. Prima di dare giudizi bisognerebbe conoscere la realtà di cui si parla. Vediamo pazienti che arrivano da tutta Italia e sempre di più ci chiedono di essere presi in carico nonstante siano residenti in Veneto o in Trentino. La settimana scorsa ho visitato una signora di Belluno. Questo semplicemente perchè "facciamo" una psichiatria che si occupa del paziente a 360 gradi e in cui privilegiamo la relazione su tutto il resto. Che senso hanno nel 2017 queste questioni meramente ideologiche? Spero che i giovani psichatri siano più intelligenti e riescano ad apprezzare tutti gli aspetti di una "scienza", la psichiatria, che per curare bene deve essre a 360 gradi..dalle neuroscienze, alla psicopatologia alla riabilitazione. E se non ci credete vi aspettiamo....

E magari aggiungendo la Orthomolecular Psychiatry invece di farmaci che depletano persino la funzionalità mitocondriale.

Bild des Benutzers Francesco Festa
Francesco Festa 26.08.2017, 13:21

Ho avuto l'occasione di incontrare Andreas Conca per questioni inerenti l'autismo.
La frase "In Alto Adige esiste una psichiatria ospedaliera, medica, oggettivante" lo descrive in maniera, a mio giudizio, perfetta.

Advertisement
Advertisement
Advertisement