20200426_133220.jpg
Michele De Luca
Advertisement
Advertisement
Traffico e futuro

Traffico, l'illusione per un cambiamento

Speranze e progetti per un cambio rispetto alla situazione pre-virus, spazzati via in questi ultimi giorni: veicoli, rumore, inquinamento... tutto (quasi) come prima.
Community-Beitrag von Michele De Luca08.05.2020
Bild des Benutzers Michele De Luca
Advertisement

Opportunità di cambiamento nel e per il traffico? Nei giorni di chiusura totale ho apprezzato moltissimo il silenzio e la qualità dell'aria, pur considerando il blocco economico-sociale che ciò comportava.

Adesso, con ancora non tutte le attività riprese, l'ambiente cittadino sta tornando nella "normalità":
- puzza di gasolio a gogò, soprattutto dove ci sono cantieri (Bolzano ne è piena... dovrebbe essere l'ente appaltante a premiare chi utilizza mezzi a trazione alternativa per spingerne sviluppo e diffusione, altrimenti chi lo dovrebbe fare?), grazie anche ai bus urbani e interurbani ma non entro nel tema, chi vuole leggere cosa ne penso vada a leggersi a i miei interventi precedenti;
- rumore già a livelli da fastidio con tanti saluti a chi non ha voluto investire in mezzi a trazione alternativa, anche quelli pesanti... e qui, sorry, la politica in generale ha chiare e nette responsabilità come tutti coloro che in questi ultimi dodici anni hanno sonnecchiato oppure si sono girati dall'altra parte rispetto a talune scelte fatte o, spesso, non fatte;
- puzza prodotta da moto & motorini, ovviamente quelli impestanti a due tempi ma pure quelli a quattro tempi, oltre al rumore che producono (insopportabili ultra-rompi-cabbasisi!) e, scommetto, molti sono o smarmittati oppure con scarichi modificati ma nessuno pare controllare con non pochi che devono sgasare anche fermi ai semafori dove, evidentemente, scollegano i neuroni pensando di essere in pista a Misano;
- altrettanta puzza prodotta da auto che, ipotizzo, non vanno dal meccanico dall'ultimo tagliando in garanzia per tacere di quelle che hanno centraline taroccate, col catalizzatore manomesso o con il filtro antiparticolato rimosso o disattivato, chissà quante ne girano...

In poche parole, il ritorno alla "normalità" con il forte auspicio, ovviamente, che le prossime due, tre settimane filino lisce dal punto di vista sanitario, sarà sostanzialmente un ritorno alle "abitudini" di prima, se non peggio, perché molti, per non usare i mezzi pubblici, che comunque hanno una capacità assai limitata e chissà per quanto tempo, utilizzeranno i mezzi privati. Con buona pace di, per carità, buoni propositi e progetti di cui ho letto recentemente, ma che mi sembra siano più un buon esercizio di speranza che altro.

Non mi illudo perché la crisi economica incombente farà sì che la sostituzione con mezzi più puliti verrà procrastinata a chissà quando e pure gli investimenti pubblici nel settore ne risentiranno pesantemente nei prossimi anni fatti di presumibili e dolorosi tagli fatte salve massicce iniezioni salvifiche di Euro da parte statale o dell'UE, con quest'ultima a giorcarsi nei prossimi mesi ed anni la propria sopravvivenza.

Questa è la realtà, i sogni rischiano di rimanere sogni e si sconteranno le scelte e, soprattutto, le non-scelte fatte negli ultimi dodici anni. Ammettere ciò sarebbe già una gran cosa ma so di... chiedere troppo. Faccio fatica, quindi, ad essere ottimista e di pensare che qualcosa cambi a Bolzano e pure nel resto della provincia, come sta pure già accadendo in altre regioni italiane.

Non è facile pensare che era "bello", per modo di dire, quando si era costretti in casa e con l'economia ferma. Insomma, salvo "miracoli", purtroppo non si potrà "avere la botte piena (poche emissioni e poco rumore) e la moglie ubriaca (traffico con annessi e connessi)". Poi la crisi climatica con un record dietro l'altro delle temperature... ma qui rischio di sprofondare fin troppo nel pessimismo.

Advertisement
Advertisement

Kommentare

Bild des Benutzers Claudio Campedelli
Claudio Campedelli 10.05.2020, 19:46

Triste resoconto della situazione.
Chi ci amministra non ha la minima idea di soluzioni per il futuro.
Per queste persone il vecchio che ci sta distrugendo è il futuro raggiante.

Non si tratta di essere pessimisti ma intelligenti.
Mercalli a Bolzano lo ha (riferendosi alla crisi climatica in atto) spiegato così:
"La natura ha aperto un casting; soppravive la specie più intelligente."

Bild des Benutzers Christian Mair
Christian Mair 11.05.2020, 17:20

In Brüssel gilt seit heute: Vorfahrt für Fussgänger und Radfahrer! BOZEN: MACHST DU MIT? https://twitter.com/ulrikeguerot/status/1259820013525049346?s=19

Bild des Benutzers Fabio Marcotto
Fabio Marcotto 11.05.2020, 17:48

Caro De Luca, avete contribuito anche voi del no tram...il quale tram non avrebbe contribuito molto a risolvere il problema del traffico ma a lanciare una nuova mentalità sì

Bild des Benutzers Claudio Campedelli
Claudio Campedelli 11.05.2020, 18:12

Di questa, romanticamente parlando, nuova mentalità non si trova traccia nel PUMS che prevedeva il tram.
Se poi teoricamente il tram avrebbe portato ad una nuova mentalità non è dato a sapere.
Il PUMS prevedeva il mantenimento della situazione attuale: stesso traffico, stesse emissioni. Il tram non serviva a risolvere il problema.
Basta confrontare lo studio d'impatto ambientale del PUMS reso pubblico dal Comune di Bolzano..

Bild des Benutzers m n
m n 11.05.2020, 18:25

Penso anch'io che il NO AL TRAM era un grave errore e un freno verso lo sviluppo di una mobiltá piú sostenibile. Peró la cittadinanza (purtroppo) e la parte della politica relevante ha deciso NO TRAM e SI BENKO (cioé NO PARCO STAZIONE). Peccato a mio avviso e sperando che in futuro ci sará una nuova opportunitá.

Bild des Benutzers Michele De Luca
Michele De Luca 12.05.2020, 00:51

Ripeto, ha già risposto Claudio Campedelli.
Nuova opportunità per il tram? Non penso proprio stando ai progetti in campo per le varie linee di "metrobus"... che pure hanno dei punti interrogativi di non poco conto.
Il problema è che si continua a ragionare come ho spiegato nell'ultimo paragrafo del mio intervento. Così non se ne esce e non se ne uscirà mai, purtroppo.

Bild des Benutzers Martin Aufderklamm
Martin Aufderklamm 12.05.2020, 08:26

Ora che abbiamo compreso che a Bz si ragiona troppo, vogliamo passare ai fatti?

Poi non ci si lamenti se si viene scimmiottati con le canzone di Mina: "parole, parole,parole".

Advertisement
Advertisement
Advertisement