Edificio ex INA
Comune di Bolzano
Advertisement
Advertisement
museo archeologico

Ötzi, le richieste stellari di Tosolini

Mentre la Svp cittadina sceglie a sorpresa l’Ex Enel emergono i dettagli della trattativa (finora) fallita sull’Ex Ina. Tosolini chiedeva 17 milioni in più della stima.
Von
Bild des Benutzers Fabio Gobbato
Fabio Gobbato18.05.2021
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Advertisement
Advertisement

Kommentare

Bild des Benutzers Heinrich Zanon
Heinrich Zanon 18.05.2021, 14:42

Il palazzo Ex-INA in prossimità di ponte Talvera sarebbe, oltre che presumibilmente adeguato per gli spazi disponibili, una sede funzionale e perfettamente visibile per il museo di Ötzi.
Proprio in considerazione di tale prestigiosa collocazione dell'edificio avevo lanciato pubblicamente, qualche tempo addietro, in una lettera al direttore del giornale "Dolomiten", l'esortazione e la supplica indirizzate al comm. Tosolini della Generalbau s.p.a. a volere dedicare lo stabile, a propria futura perenne memoria, agli scopi precisati, cedendolo gratuitamente alla cittadinanza bolzanina, che poi sia - a scelta e secondo le aspettative - la Città di Bolzano o la Provincia Autonoma.
L'auspicata generosità verrebbe ovviamente a consacrare un lunghissimo periodo di felice attività imprenditoriale e di evidenti successi economici potuti incamerare dalla Generalbau nel capoluogo altoatesino.

Bild des Benutzers alfred frei
alfred frei 18.05.2021, 15:25

Una proposta molto sensata del sig. Zanon. Si potrebbe pensare a una raccolta di firme in questo senso. Al comm. Tosolini potrebbe essere conferito il Sigillo della città a norma del Regolamento comunale approvato in data 11/03/1999.

Bild des Benutzers Massimo Mollica
Massimo Mollica 18.05.2021, 15:47

Credo che affidarsi alla bontà e generosità del genere umano sia solo una mera illusione.

Bild des Benutzers Paolo Gelmo
Paolo Gelmo 19.05.2021, 12:25

.. correggerei in "..affidarsi alla bontà e generosità del signor Tosolini sia solo..." nonostante che qui abbia trovato il modo di fare "splendidi" affari..

Bild des Benutzers alfred frei
alfred frei 18.05.2021, 16:50

Il comm. Tosolini oltre a rappresentare il genere umano è un homo oeconomicus che sa massimizzare la sua soddisfazione utilizzando al meglio le sue risorse al fine di operare la scelta più funzionale anche come benessere sociale, o no ?

Bild des Benutzers luigi spagnolli
luigi spagnolli 19.05.2021, 12:49

Caro Heinrich Zanon, il Commendator Tosolini è un abile immobiliarista. Essere immobiliaristi significa essere abili nel comprare a poco e vendere a tanto. Tutto ciò porta talvolta, tra l'altro, taluni esponenti della categoria a operare scelte eticamente discutibili. Ovviamente non mi riferisco al Commendator Tosolini, ma pensare che egli decida di regalare a chicchessia un immobile del valore di milioni di Euro è davvero da sognatori. I suoi trascorsi, a partire da quanto scritto nell'articolo, vanno in tutt'altra direzione. In ogni caso egli, affittando il Palazzo Ex INA, ha guadagnato negli anni notevoli somme di denaro pubblico: se anche il Comune e/o la Provincia si mettessere a fare affari con altri immobiliaristi, ciò rientrerebbe in una più equa distribuzione del denaro pubblico. In sé non una cosa negativa, anzi.

Advertisement
Advertisement
Advertisement