tinkhauser_roland_hannes_prousch.jpg
Hannes Prousch
Advertisement
Advertisement
Freiheitliche

„Damit muss man zurechtkommen“

Roland Tinkhauser über seine Ausbootung, den Vorwurf er sei ein Spion der SVP und die Frage, ob die Freiheitlichen zur Burschenschafter-Partei werden.
Advertisement
Advertisement

Caro lettore, cara lettrice,

quanto è importante per voi un giornalismo indipendente?

Questo articolo si trova nell’archivio di salto.bz, ed è accessibile esclusivamente ad abbonati e sostenitori.
Se deciderete di sostenere salto.bz potrete ricevere più di 5 anni di giornalismo critico!
Non siete ancora in possesso di alcun abbonamento?

Già a partire da un mini-abbonamento di 12 Euro per un anno potrete avere accesso a tutti gli articoli su salto.bz. Scegliete adesso il vostro abbonamento!

Naturalmente saremo felici anche di un contributo più generoso. Le vostre donazioni ci permettono infatti di poter rimanere indipendenti e di sostenere i costi correnti e gli investimenti per il futuro.

Abbonatevi ora!

Se invece avete già sottoscritto un abbonamento a salto.bz ma non disponete di alcun accesso, scriveteci semplicemente a info@salto.bz

Gli articoli redazionali pubblicati su salto.bz e online da più di 6 mesi, sono visibili solo a pagamento. Grazie per il vostro interesse ed il vostro sostegno.

Siete già abbonati a salto.bz? Scriveteci a info@salto.bz

Advertisement

Aggiungi un commento

Ritratto di Ralph Kunze
Ralph Kunze 3 Luglio, 2018 - 18:15

Der einzige Vernünftige mit klaren Vorstellungen innerhalb der Freiheitlichen. Sei froh dass du nicht mehr dabei bist, Roland Tinkhauser

Ritratto di Martin B.
Martin B. 3 Luglio, 2018 - 23:06

Was hier auffällt: die etwas zu offensichtlichen Sticheleien des Interviewenden, die enttäuschende Orientierung an der Wirtschaftslobby bei Entscheidungen die zuerst einen großen Teil der Südtiroler Bevölkerung betreffen (Flughafen) und eine ansonsten recht gesunde und distanzierte Einstellung zu den "Parteikameraden".

Advertisement
Advertisement
Advertisement