Auto elettrica
upi
Advertisement
Advertisement
Bilancio

L’appeal dell’auto elettrica

Raddoppiano le richieste di incentivi per e-car e stazioni di ricarica. Alfreider: “In futuro mobilità alternativa concreta”. Achammer: “Vittoria anche per il clima”.
Advertisement
Advertisement

Secondo una recente statistica Anfia/Acea nel 2019 le vendite dei veicoli elettrici in Italia sono cresciute di oltre il 120% rispetto allo scorso anno. Una tendenza che si rispecchia anche in Alto Adige dove, in un anno, sono raddoppiate le richieste per i contributi finalizzati a incentivare la mobilità elettrica. Nel periodo compreso tra gennaio e luglio 2019 la Provincia di Bolzano rende noto di aver erogato oltre 122.000 euro di contributi in più per l’acquisto di auto elettriche e di stazioni di ricarica rispetto al medesimo periodo del 2018. “L’incentivazione di forme sostenibili e pulite di mobilità costituisce una priorità per una maggiore tutela del clima e per risparmiare risorse" afferma l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider, soddisfatto che sempre più imprese e privati altoatesini si avvalgano dei contributi per la mobilità elettrica che, come afferma “in futuro dovrà divenire un'alternativa concreta per ogni cittadino e per ogni impresa”. Si accoda l’assessore provinciale all’economia Philipp Achammer: “L’incremento costante della richiesta di mobilità elettrica nel settore economico è confortante perché in tal modo le nostre aziende non solo investono in tecnologie innovative, ma danno un contributo di rilievo per una maggiore tutela del clima con minori emissioni di CO2”. 

 

Incentivi elettrico
Cresce l'interesse per la mobilità elettrica: raddoppiano le richieste di incentivi

 

Sono in totale 467.451 gli euro di contributi che la Ripartizione mobilità ha elargito per incentivare la mobilità elettrica rispetto ai 344.880 del 2018, mentre le richieste di incentivazione da parte delle aziende sono passate dalle 40 del 2018 alle 84 del 2019. Crescono anche le richieste di contributo presentate da privati cittadini. Tra gennaio e luglio 2018 erano stati 27 gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche e di veicoli ibridi con sistema plug in erogati, mentre nello stesso arco temporale nel 2019 sono diventati 45. In totale pertanto nel 2019 sono state presentate 129 richieste, 62 in più (+48%) rispetto al 2018.

Un altro dato da segnalare è che nel 2019 87 cittadini privati (contro i 54 del 2018) si sono avvalsi anche degli incentivi per l’acquisto di stazioni di ricarica. In questo ambito per le aziende la situazione è rimasta pressoché invariata: nel 2018 erano in totale 161, mentre nel 2019 sono diventate 159. Se si sommano le richieste di privati con quelle del comparto economico, però, anche per l'acquisto di stazioni di ricarica si registra un incremento di 31 richieste (+12,6 %) rispetto al 2018. Per i privati cittadini, ma anche organizzazioni e associazioni, il contributo complessivo per l'acquisto di un'auto elettrica comporta un risparmio fino a 10.000 euro grazie ai contributi erogati dalla Provincia e dallo Stato e con lo sconto concesso dai concessionari. Sono le rivendite di auto ad applicare direttamente le agevolazioni.

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Aggiungi un commento

Ritratto di Tommaso Marangoni
Tommaso Marangoni 13 Agosto, 2019 - 15:50

Peccato che questi incentivi (che tra Provincia e Stato arrivano fino a 10.000 ❗️ euro) li ricevano tutti indistintamente, sia chi si compra auto costosissime, sia chi compra auto più "economiche".

Però fa figo dire che siamo una provincia green... perchè - in effetti - riduciamo (?) l'inquinamento con le poche auto elettriche di chi se le può permettere finanziate con i soldi di tutti...

Ritratto di Michele De Luca
Michele De Luca 13 Agosto, 2019 - 18:57

Ci si è dimenticati di confrontare le cifre con i dati complessivi di vendite. Nel solo mese di luglio risultano immatricolate in prov. di Bolzano 5.680 auto.
A luglio 2019, dato nazionale, risultano vendute 940 auto elettriche (e zero a idrogeno, per la cronaca), 5.912 fra gennaio e luglio in un mercato da 1,2 milioni di veicoli.
Quindi i dati sono dati e possono essere interpretati come si vuole. La "performance" degli EV, nonostante gli incentivi, quindi non mi pare proprio eccezionale.
L'avevo un po' previsto: https://www.salto.bz/de/article/08032017/contributi-e-mobility-flop-prog...
Mentre si cerca di far passare per "elettrificazione" l'acquisto dei bus ibridi diesel... altro tema su cui non mancherò di ritornare.

Ritratto di Karl Trojer
Karl Trojer 16 Agosto, 2019 - 10:52

Für Südtirol wäre meines Erachtens der Umstieg auf Wasserstoff die optimale Lösung, zumal dieser mit dem Überschuss des Nachtstroms aus Wasserkraftwerken kostengünstig und nachhaltig gewonnen werden kann und Wasserstoff sich optimal auch als Energiespeicher eignet. Zu prüfen wäre, ob und zu welchen Kosten Benzin-bzw-Dieselfahrzeuge auf Wasserstoff umrüstbar sind.

Advertisement
Advertisement
Advertisement