Serena Valenti
Serena Valenti
Advertisement
Advertisement
L'intervista

“Cosa racconterò un giorno a mia figlia”

Serena Valenti, giovane neo-mamma bolzanina, sul parto ai tempi del coronavirus, l’ombra lunga del contagio, le paure da scongiurare e gli inaspettati lati positivi.
Di
Ritratto di Sarah Franzosini
Sarah Franzosini26.03.2020
Advertisement
Salto Plus

Cara lettrice, caro lettore,

questo articolo si trova nell’archivio di salto.bz!

Abbonati a salto.bz e ottieni pieno accesso ad un giornalismo affermato e senza peli sulla lingua.

Noi lavoriamo duramente per una società informata e consapevole. Attraverso vari strumenti si cerca di sostenere economicamente questo sforzo. In futuro vogliamo dare maggior valore i nostri contenuti redazionali, e per questo abbiamo introdotto un nuovo salto-standard.

Gli articoli della redazione un mese dopo la pubblicazione si spostano nell’archivio di salto. Dal primo gennaio 2019 l’archivio è accessibile solo dagli abbonati.

Speriamo nella tua comprensione,
Salto.bz

Abbonati

Già abbonato/a? Accedi e leggi!

Noi di salto.bz continuiamo a lavorare sodo anche durante la crisi attuale per fornirvi notizie, analisi e retroscena in modo indipendente e critico. Sostienici e abbonati ora per garantire lunga vita a salto.bz!

Advertisement
Advertisement
Ritratto di Simonetta Nardin
Simonetta Nardin 26 Marzo, 2020 - 07:45

Grazie a Salto per averci portato questa storia, a Serena per il suo coraggio, e un augurio a Sofia - dobbiamo ricostruire la nostra società, per te e tutti i bambini che verranno.

Advertisement
Advertisement
Advertisement