Inserzione
Reazioni

Il senso di CasaPound per i clochard

L’estrema destra contro i “bivacchi abusivi” a Gries: “I barboni hanno preso la zona per un cesso a cielo aperto”. Vianini ironizza: “Il solito coraggio dei fascisti”.
Inserzione

I ruspanti ultrà della difesa a oltranza dal cosiddetto degrado cittadino aka i fascisti del terzo millennio di CasaPound versano bile, questa volta, contro “i bivacchi abusivi” nel quartiere Gries-San Quirino a Bolzano affiggendo manifesti in piazza della Vittoria, corso della Libertà e piazza Mazzini.

"La situazione è oltre ogni limite, con residenti e commercianti esasperati da questi bivacchi di barboni che hanno preso la zona per un cesso a cielo aperto" (Andrea Farina)

Il piccolo manipolo di militanti con tanto di pettorina rossa e simbolo della tartaruga frecciata (il brand è tutto, del resto) attraverso la voce del consigliere di circoscrizione di Cpi Andrea Farina in una nota sostiene: “La situazione è oltre ogni limite, con residenti e commercianti esasperati da questi bivacchi di barboni che hanno preso la zona per un cesso a cielo aperto. Nonostante le nostre continue sollecitazioni a Comune e Municipale per ristabilire il giusto decoro della zona, fino ad ora nulla è stato fatto”.

CasaPound

Militanti di CasaPound affiggono manifesti contro i "bivacchi abusivi"

"A Bolzano i fascisti, con il solito coraggio, se la son presa con i clochard" (Lorenzo Vianini)

E ancora: “Tempo fa il consiglio di circoscrizione ha approvato all’unanimità una mozione a riguardo che ho presentato congiuntamente al consigliere socialista Simoni, ma ancora non vediamo la volontà da parte dell'amministrazione di risolvere il problema”.

Commenta, stigmatizzando la viltà del gesto, Lorenzo Vianini, ex capolista di Rifondazione comunista: “A Bolzano i fascisti, con il solito coraggio, se la son presa con i clochard: CasaPound ha appeso un ‘divieto di bivacco’. Perché la città vetrina, soprattutto in occasione del mercatino di Natale, non deve mostrare i propri problemi: decine di persone che non hanno un tetto”.

Rincara poi la dose l’Osservatorio contro i fascismi del Trentino-Alto Adige:

Inserzione
Inserzione

Più commentato

Partecipa!
Registrati o accedi