Advertisement
Advertisement
Tasse

Auf der Suche nach einem ... Kottarelli!

Senza tagli della spesa pubblica, non ci sarà diminuzione reale delle tasse. Nemmeno a Bolzano.
Un contributo della community di Alberto Stenico06.08.2015
Ritratto di Alberto Stenico
Advertisement

Carlo Cottarelli è, o meglio era, il commissario alla spending review nominato dal Governo Italiano, ma in breve tempo esonerato dall’incarico. Tagliare la spesa pubblica è uno dei mestieri più difficili e politicamente incompatibili. In tutti i Paesi ed anche in Sudtirolo dove la spesa pubblica ha invaso tutti i campi dell’attività umana.

Peraltro, da noi non si è nemmeno mai cercato un Kottarelli, la Politica fa da sola. Ora però anche la Provincia di Bolzano è arrivata la bivio: se si vogliono diminuire le tasse pagate dagli altoatesini, il 90% delle quali serve a finanziare il bilancio dell’Autonomia, si dovranno fare corrispondenti tagli alla spesa pubblica. Per rendere credibili gli impegni di Kompatscher e di Renzi sulle tasse, ci sappiano indicare anche dove taglieranno la spesa. Non sono ammessi annunci a due tempi.

Advertisement
Advertisement
Ritratto di Andrea Terrigno
Andrea Terrigno 7 Agosto, 2015 - 11:01
Suggerisco di tagliare consulenze e incarichi diretti nonchè progetti inutili, mentre sono da tutelare i servizi socio-sanitari, la tutela ambientale e l'istruzione, tenendo presente che delle razionalizzazioni si possono spesso ottenere affrontando nepotismi e rapporti preferenziali. Che senso ha avuto indire un concorso di progetti per la sede Ipes, che ovviamente prevede premi per i primi tre classificati, se poi la sede non si farà? E questo é solo l'esempio che mi è venuto in mente all'istante.
Ritratto di OTREBOR ANIROTSAC
OTREBOR ANIROTSAC 12 Agosto, 2015 - 22:11
Carlo Cottarelli era sabato 08/08 a la Villa (Badia) per presentare il suo libro "la spesa pubblica",sintesi del suo lavoro per il governo Letta. Ho potuto constatre di persona che è un uomo semplice e trasparente. Ha lanciato semplicemente un messaggio ai burocrati, i tagli alla spesa pubblica si possono fare. Si deve solo cominciare a farlo, senza piangersi addosso. Si deve cominciare dalle piccole cose e dare il proprio esempio. (tagli auto blu, illuminazioni cittadine, riorganizzazione del personale, pensioni e sanità e introduzione dei costi standard per gli enti locali. Occorre che la politica applichi l'etica civile e sociale in quello che fa. Molto idee sono politicamente impopolari, ma per il futiro dei ns. figli devono essere prese. Purtroppo assisitiamo oggi, dopo i tentativi dei governi Monti e Letta, che le cose stanno ritornando (un po) come prima (pensioni, stipendi d'oro ecc.. La strada è lunga, ma dobbiamo perseverare che si continui.....
Ritratto di OTREBOR ANIROTSAC
OTREBOR ANIROTSAC 12 Agosto, 2015 - 22:12
Carlo Cottarelli era sabato 08/08 a la Villa (Badia) per presentare il suo libro "il conto della spesa" (pubblica), sintesi del suo lavoro per il governo Letta. Ho potuto constatre di persona che è un uomo semplice e trasparente. Ha lanciato semplicemente un messaggio ai burocrati, i tagli alla spesa pubblica si possono fare. Si deve solo cominciare a farlo, senza piangersi addosso. Si deve cominciare dalle piccole cose e dare il proprio esempio. (tagli auto blu, illuminazioni cittadine, riorganizzazione del personale, pensioni e sanità e introduzione dei costi standard per gli enti locali. Occorre che la politica applichi l'etica civile e sociale in quello che fa. Molto idee sono politicamente impopolari, ma per il futiro dei ns. figli devono essere prese. Purtroppo assisitiamo oggi, dopo i tentativi dei governi Monti e Letta, che le cose stanno ritornando (un po) come prima (pensioni, stipendi d'oro ecc.. La strada è lunga, ma dobbiamo perseverare che si continui.....
Advertisement
Advertisement
Advertisement