Campagna Respiriamo
ASP/Monika Pichler
Advertisement
Advertisement
Inquinamento

“Respiriamo”

Al via la campagna per migliorare la qualità dell’aria. Previste una serie di iniziative in Alto Adige. Intanto l’Italia è prima in Europa per le morti da polveri sottili
Advertisement
Salto Plus

Cara lettrice, caro lettore,

questo articolo si trova nell’archivio di salto.bz!

Abbonati a salto.bz e ottieni pieno accesso ad un giornalismo affermato e senza peli sulla lingua.

Noi lavoriamo duramente per una società informata e consapevole. Attraverso vari strumenti si cerca di sostenere economicamente questo sforzo. In futuro vogliamo dare maggior valore i nostri contenuti redazionali, e per questo abbiamo introdotto un nuovo salto-standard.

Gli articoli della redazione un mese dopo la pubblicazione si spostano nell’archivio di salto. Dal primo gennaio 2019 l’archivio è accessibile solo dagli abbonati.

Speriamo nella tua comprensione,
Salto.bz

Abbonati

Già abbonato/a? Accedi e leggi!

Advertisement
Advertisement
Ritratto di alfred frei
alfred frei 14 Novembre, 2019 - 17:10

respiriamo, quindi siamo ancora vivi, il problema è: fino a quando ?
forse la prossima apertura del Signa Waltherpark può migliorare la qualità dell'aria, o no ?

Ritratto di Claudio Campedelli
Claudio Campedelli 14 Novembre, 2019 - 17:33

Nello studio d'impatto ambientale presentato da Signa si trova l'indicazione che le emissioni saranno maggiori rispetto a quelle attuali. In pratica scrivono che la riduzione attraverso le misure che il Comune di Bolzano dovrebbe attuare saranno "compensate" dall'aumento di emissioni legate al progetto dei ca. 500 nuovi parcheggi a rotazione che verrano creati.
L'ammistrazione comunale di Bolzano ha , come possiamo vedere e subire, approvato il progetto senza prescrizzioni!

Ritratto di Claudio Campedelli
Claudio Campedelli 14 Novembre, 2019 - 17:27

I valori limite degli NOx (40µg/m³ media annua) dovevano essere rispettati entro il 2010.
Ora, a nove anni di distanza, l'unica azione che viene annunciata è una campagna con manifesti.
Ogni anno, solo per gli NOx, decine di migliaia di persone in europa subiscono danni alla salute. In casi estremi morte prematura. A Bolzano abbiamo ca. 100 morti premature all'anno legate all'inquinamento dell'aria. In nove anni sono state ca. 900.

Due esempi:
Le amministrazioni pubbliche deliberano piani e programmi che vengono sitematicamente disattesi. Leggi acquisto autobus a gasolio a Bolzano da parte di SASA.

Sull'autostrada del Brennero abbiamo ca. il 55% di autocarri che per motivi economici (pedaggio autostradale in Italia molto basso e imposte sul gasolio molto basse in Austria o rimborsate agli autotrasportatori in Italia) percorrono questo asse per raggirare la Svizzera (allungando il percorso di ca. 60 e più km) provocando attraverso le emissioni gravi danni alla salute e all'ambiente.

Una drastica riduzione delle emissioni non solo è possibile ma anche urgentemente necessaria per salvaguardare la vita delle persone e l'ambiente.

Advertisement
Advertisement
Advertisement