Iveco Logo
Hannes Prousch
Advertisement
Advertisement
Le trattative

La Cina vuole l’Iveco

L’azienda, la cui divisione Defense Vehicle ha la sede principale a Bolzano, è pronta per essere acquisita dalla cinese Faw su una base di 3,5 miliardi. E i lavoratori?
Di
Ritratto di Sarah Franzosini
Sarah Franzosini12.01.2021
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

La crisi continua. Ogni abbonamento è un sostegno a un giornalismo indipendente e critico e un aiuto per garantire lunga vita a salto.bz.

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Marines, Iveco
Us Marine Corps
Tra globale e locale

I Marines sul mezzo targato Iveco

Advertisement
Ritratto di Karl Gudauner
Karl Gudauner 14 Gennaio, 2021 - 00:15

I grandi gruppi, una volta diventati multinazionali, hanno perso ogni aderenza al territorio, ai valori dell'Europa ed alle generazioni di dipendenti che hanno permesso ad un impresa portabandiera dell'Italia di crescere e di espandersi sui mercati internazionali. Lo stabilimento di Bolzano è considerato, a quanto pare, soltanto una pedina da giocare nel business globale. La Cina sembra lontana, ma è in procinto di diventare la prima potenza economica a livello mondiale e farà valere le sue idee imprenditoriali ed egemoni ovunque riesca ad insediarsi. Con un ministro agli esteri fiero di tessere contatti ed affari con la Cina c'è il rischio di rinunciare a sviluppare una strategia industriale per l'Italia. Ciò potrebbe rivelarsi il tallone d'Achille nel contesto produttivo europeo.

Ritratto di Karl Trojer
Karl Trojer 14 Gennaio, 2021 - 12:38

Questa società è strategica ! Pertanto deve intervenire il Governo a salvarla dall´avidità di chi acquista imprese europee per, alla fine, dettare le regole al nostro continente !

Advertisement
Advertisement
Advertisement