La città dei 15 minuti
Commune Parisan
Advertisement
Advertisement
La Mia Bolzano

Per un futuro sostenibile per Bolzano

Cantieri aperti, progetti in corso d’opera e continui cambiamenti del traffico urbano stanno creando molte aspettative nei cittadini, pendolari e visitatori di Bolzano.
Community-Beitrag von lab:BZ Laboratorio Urbano - Stadtlabor02.03.2022
Bild des Benutzers lab:BZ Laboratorio Urbano - Stadtlabor
Advertisement

Il Comune ha avviato da tempo modalità di comunicazione e di coinvolgimento della popolazione interessata. Restano però dubbi da chiarire  e incertezze da affrontare.

Forum Democratico/Demokratisches Forum si è occupato della città capoluogo con un convegno qualche anno fa sul tema "Smart City" e da allora molto si è fatto nel Comune in termini di innovazione, digitalizzazione nell'ambito dei servizi pubblici e connessione telematica.

Ora è il momento più opportuno per affrontare, coinvolgendo il Comune di Bolzano, la problematica legata allo sviluppo sostenibile della città e del quadro complessivo in cui questa si articolerà nella dinamica dei progetti che si stanno realizzando e che si intende realizzare.

In questo senso Forum intende porre l'attenzione sul modello dei "15 minuti", che, per una realtà delle dimensioni della nostra città capoluogo, si ritiene facilmente applicabile e realizzabile.

Arriva da Parigi il modello per una città sostenibile della quale si parla sempre più spesso anche in Italia. L'idea è stata avanzata anche per Roma, nella campagna elettorale del neo sindaco Roberto GualtieriLa "città dei 15 minuti" è un concetto elaborato dall'urbanista franco-colombiano della Sorbona Carlos Moreno, e inserito nel 2020 nel programma elettorale della sindaca di Parigi Anne Hidalgo, poi rieletta. Gualtieri ha ripreso l'idea nella sua campagna elettorale, e anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala si è detto d'accordo con questa visione.

La "ville du quart d'heure" prevede di riorganizzare gli spazi urbani in modo che il cittadino possa trovare entro 15 minuti a piedi da casa tutto quello che gli serve per vivere: lavoro (anche in co-working), negozi, strutture sanitarie, scuole, impianti sportivi, spazi culturali, bar e ristoranti, luoghi di aggregazione.

In questo modo, le persone non devono prendere l'auto o i mezzi pubblici, riducendo traffico e inquinamento, riappropriandosi del tempo perso negli spostamenti e riscoprendo la socialità nel proprio quartiere. Secondo un sondaggio Ipsos per Legambiente diffuso nei giorni scorsi, agli italiani piace molto la "Città dei 15 minuti "a piedi, con i servizi di prossimità, e piacciono perfino le politiche di limitazione quasi totale della circolazione di auto e moto. Tuttavia, la maggioranza degli intervistati ritiene che si tratti di un progetto "non realistico"

In questa direzione il Comune di Bolzano è stato in un certo qual modo anticipatore nel porre tra gli obiettivi del piano strategico del Comune del 2015 il modello di città policentrica, dove si prevede che, oltre al centro storico ogni quartiere abbia al proprio interno i servizi  essenziali come anche opportunità culturali, facilmente e in breve tempo raggiungibili e tali da garantire a tutti i cittadini una buona qualità di vita.

Tenendo conto di questi interessanti spunti, proviamo  quindi a parlarne direttamente con il nostro Sindaco e ad aprire un confronto informativo con la cittadinanza e i rappresentanti delle forze sociali per fare il punto sulla situazione della città, i suoi problemi e i suoi sviluppi di breve, medio e lungo termine.

L’incontro con il Sindaco Caramaschi avrà luogo venerdì 18 marzo alle ore 18 nella sala Josef della Kolping di Bolzano.

Articolo di Alberto Stenico e Barbara Repetto

lab:bz laboratorio urbano Bolzano si associa a questa iniziativa, perchè da anni si occupa di queste tematiche e offre il proprio lavoro di network per raccogliere energie che altrimenti rischiano di disperdersi.

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement