Werbung

Prospettive

L’arte della mediazione in Alto Adige

Presentata stamattina “medianda”, la nuova piattaforma comune che riunisce i mediatori. Al via il 9 aprile una serie di serate informative. Prima della lista: Silandro.
Werbung

Il presidente Karl Tragust ha presentato questa mattina la nuova piattaforma “medianda”, serbatoio altoatesino per mediatori e mediatrici, figure strategiche nella rapida (e quanto più possibile indolore) ricerca di una soluzione alle diverse declinazioni di conflitto – familiare, scolastico, lavorativo, ecc. – al fine di scongiurare l’intervento dell’Autorità giudiziaria con notevole risparmio di tempo e denaro.

Con l’istituzione della piattaforma comune i mediatori, provenienti da diverse categorie professionali e preparati per rapportarsi in un contesto bilingue, spiegano che “intendono essere attivi nell’informazione e sensibilizzazione sul tema della mediazione, offrirsi quali mediatori professionalmente attivi per controversie che possano richiedere le loro competenze, rappresentare gli interessi dei mediatori promuovendo la loro formazione e il loro aggiornamento continuo”.

Secondo il presidente Tragust “nella mediazione l’obiettivo non é in primis ‘l’ottener ragione’ ma ottenere una soluzione soddisfacente, tale perché interessi e bisogni di ciascuna parte sono stati adeguatamente composti: l’obiettivo ideale, quindi, è quello di vedere tutte le parti uscire ‘vincenti’ dalla mediazione. Si tratta di comprendere la dinamica del conflitto, di concedere alle parti coinvolte l’ambiente adatto per discutere e ragionare insieme la situazione, per creare opzioni adatte a definirla in modo conciliativo, costruttivo, soddisfacente”.

I vantaggi della mediazione, oltre che nella riduzione degli eventuali costi giudiziari, si riscontrano anche nello snellimento delle formalità burocratiche e nella flessibilità, riservatezza inclusa; come sottolineato dalla vicepresidente, l’avvocato Stefania Calabrò, infatti,“il pubblico e i media sono esclusi dai colloqui di mediazione e quindi la segretezza sui temi privati od aziendali trattati in mediazione è assicurata”.

“Medianda”, presentata stamattina, organizzerà una prima serata informativa il prossimo 9 aprile a Silandro per poi ripetere l’iniziativa in altri contesti del territorio altoatesino. Gli incontri, una decina in tutto, si terranno in aprile, maggio e giugno a Brunico, Bolzano, Egna, Merano, Vipiteno, Bressanone e Caldaro, ogni giovedì alle 20. Maggiori informazioni saranno pubblicate sul sito www.medianda.eu.

Werbung
Werbung

Meistkommentiert

Gesellschaft
16
Politik
14
Politik
13
Gesellschaft
12

Meistgelesen

Mach mit!

Registrieren oder Anmelden