Andrew Speak
unibz
Advertisement
Advertisement
Il progetto

I mille usi di una green city

Non è solo ecologica la funzione del verde urbano. È quello che sta cercando di dimostrare una squadra di ricercatori dell’unibz. La “cavia”? Bolzano.
Advertisement
Advertisement

Si chiama greenCities ed è il progetto triennale che intende dimostrare come il verde urbano svolga un ruolo importante non solo in termini ecologici ma anche dal punto di vista sociale ed economico. Al lavoro, già da un anno e mezzo, c’è un team di ricerca interdisciplinare della Libera Università di Bolzano, economisti ed ecologi, antropologi e sociologi, e il 15 marzo si terrà un workshop, nella cui cornice diversi portatori di interesse presenteranno nuove prospettive per una città verde. 

Chiunque abbia mai dovuto aspettare qualcuno nel caldo di un mezzogiorno estivo in piazza Domenicani a Bolzano o in altre piazze con poco verde, sa quanto l’ombra di un albero in città possa essere desiderabile. Ma il verde urbano non solo offre rifugio dal caldo a persone e animali. Alberi e spazi verdi svolgono anche molte altre importanti funzioni, ed è qui che entra in gioco il progetto interdisciplinare greenCities con il focus sul capoluogo altoatesino. 

 

Piazze e app

 

Gli esperti si stanno concentrando in particolare sullo sviluppo storico e l’attuale utilizzo e percezione di piazze della città di Bolzano come piazza della Vittoria, piazza Mazzini o piazza dei Domenicani; gli effetti di alberi e spazi verdi sui prezzi delle abitazioni o le disuguaglianze sociali relativamente alla distribuzione del verde urbano dentro la città. “Il nostro obiettivo è quello di capire quanto il verde urbano sia essenziale per una città sostenibile, la salute e il benessere delle persone e quindi sviluppare proposte concrete per aumentare gli spazi verdi a Bolzano” spiega Stefan Zerbe, professore di Ecologia e Botanica applicata alla Facoltà di Scienze e Tecnologie unibz e membro del comitato scientifico della Fritz und Hildegard Berg-Stiftung nella Stifterverband e del suo programma di ricerca “Città del futuro: metropoli sane e sostenibili”.

Andrew Speak, ricercatore, esperto di ecologia urbana, e coordinatore del progetto, ha anche sviluppato un’applicazione per smartphone che consente a tutta la popolazione di partecipare alla raccolta dei dati per l’indagine scientifica. L’applicazione BZcomfort può essere scaricata gratuitamente su tutti gli smartphone Android e utilizza questionari e valutazioni dirette di utenti per registrare come gli abitanti della città vivono le loro piazze e quali sono le loro idee e desideri per il verde urbano.

 
Advertisement

Kommentar schreiben

Advertisement
Advertisement
Advertisement