Massimo Bessone
Salto.bz
Advertisement
Advertisement
Equilibri precari

La Lega e gli italiani in panchina

Leghisti mansueti o disinnescati di fronte alla Svp? Dello Sbarba: "Sono partner di serie B". Bizzo: "Scandaloso quanto poco hanno ottenuto". Urzì: "Non faremo sconti".
Advertisement
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Magnago Steiner
salto
Landesverwaltung

Die Doppelspitze

Kompatscher & Fugatti
Salto.bz
Il futuro dell’ente

“Regione, nuove competenze”

Massimo Bessone
Facebook/Massimo Bessone

Kommentar schreiben

Kommentare

Bild des Benutzers Faber Simplicius
Faber Simplicius 24.01.2019, 11:21

Interessanti i ruggiti da leone di chi, fino ad ieri e per decenni in giunta provinciale, si è sempre comportato da pecorella mansueta verso "il buon pastore" SVP.

Bild des Benutzers Mensch Ärgerdichnicht
Mensch Ärgerdichnicht 24.01.2019, 12:20

A livello locale la lega, non disponendo di un Lino Banfi da mandare chissà dove, o di un porto da chiudere, deve dimostrare di saper fare e prendersi la responsabilità delle proprie scelte. Dunque si tratta di una semplice tattica: meno fanno, meno rischiano.

Bild des Benutzers maximilian kollmann
maximilian kollmann 25.01.2019, 08:43

Solo per correttezza: LIno Banfi è stato nominato dalle 5*.

Bild des Benutzers Dai retta a un cretino
Dai retta a un cretino 26.01.2019, 10:05

Tutto vero e ampiamente prevedibile. Ma le critiche di chi fino a ieri ha fatto lo stesso veramente non si possono sentire. Sull'operato di Tommasini è inutile fare commenti, è più facile che sparare sulla Croce Rossa, mentre a Bizzo ricordo che mentre era assessore (in)competente all'informatica la catena di comando, per usare i suoi termini, è rimasta saldamente in mano al gruppo tedesco. Direttore di Ripartizione, Direttore e vicedirettore di Informatica Alto Adige...Nemmeno quando sarebbe stato possibile scegliere un direttore di ripartizione italiano (e di candidati di livello almeno pari a chi oggi riveste la carica ce n'erano eccome - non che ci volesse molto per altro...) non è mai stato fatto nulla. Un assessosarato assolutamente inutile il suo da quel punto di vista, addirittura drammatico se invece si guarda quello che è stato poi fatto concretamente, sempre ammesso lo abbia deciso lui perché è chiaro che la "mente" era un'altra.
Peccato, ha sprecato un'occasione per tacere.

Advertisement
Advertisement
Advertisement