VAL GARDENA GRÖDEN FIS SKI WORLD CUP
Salto.bz
Advertisement
Advertisement
SCI ALPINO

Mondiali sostenibili?

Sgarbo della val Gardena che dopo il no di Badia ha deciso di correre da sola per l'edizione del 2029. I Verdi: "Come si fa a parlare di sostenibilità"?
Von
Bild des Benutzers Fabio Gobbato
Fabio Gobbato25.08.2021
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Advertisement

Kommentare

Bild des Benutzers alexander prinoth
alexander prinoth 25.08.2021, 20:17

Concordo pienamente @Fabio Gobbato. Finalmente delle considerazioni che specchiano la situazione attuale globale (mi riferisco al termine inflazionario "sostenibilità" e al concetto “green-washing”).
Citazione - Club 5 Ski Classics: „[..]tre comuni della Val Gardena supportano il progetto coraggioso con molta convinzione. L'intenzione è spalleggiata anche dal settore turistico della Val Gardena. Ancora più importante è però il sostegno della maggior parte della popolazione in Val Gardena e del territorio. La popolazione è entusiasta dell'idea dei Campionati del Mondo di Sci Alpino 2029 [..]“
Non corrisponde assolutamente alla verità che dietro la candidatura ci sia gran parte della popolazione gardenese, tanto meno gli esercenti del turismo. È meramente “fantasticheria” da parte del comitato organizzatore. Ed è ancora più stolto parlare di sostenibilità in relazione a un grande evento internazionale. A molti occhi le affermazioni del comitato suonano fuori dal mondo reale (e.g. cambiamenti climatici ecc.) ed arroganti. Non per ultimo: il parere del popolo non è mai stato chiesto…
Alexander Prinoth
settore turistico e amante della natura

Bild des Benutzers Elide Mussner Pizzinini
Elide Mussner Pizzinini 29.08.2021, 08:50

Il greenwashing è un fenomeno preoccupante. Si spacciano per sostenibili eventi e attività che non hanno neanche mai visto l‘ombra della sostenibilità. Eventi di massa sono intrinsecamente insostenibili. La sostenibilità non è data da qualche bicchiere usa e getta biodegradabile.
La domanda che dobbiamo farci è: abbiamo davvero bisogno di un mondiale di sci nelle Dolomiti?

Bild des Benutzers alexander prinoth
alexander prinoth 01.09.2021, 16:52

Decisamente non ne abbiamo bisogno! Bisogna avere il coraggio di fare un passo deciso in una direzione che implica una riduzione del turismo di massa ed una educazione ad un turismo "educato" e in simbiosi con la natura.

Advertisement
Advertisement
Advertisement