Biancofiore, Michaela
upi
Advertisement
Advertisement
Reazioni

“Caramaschi bis? Incubo immeritato”

Elezioni comunali 2020, Biancofiore (FI) contro la possibile ricandidatura dell’attuale sindaco di Bolzano. “Il capoluogo mai così invivibile”. E lancia l’amo alla Svp.
Advertisement
Advertisement

Come prevedibile la volontà espressa - sebbene ancora in via non ufficiale - dal sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi di bissare il suo mandato da primo cittadino raccoglie tempesta. Sull’edizione di ieri (26 aprile) il quotidiano Alto Adige ha riacceso i riflettori sulla possibile discesa in campo alle elezioni comunali 2020 di Caramaschi, cosa che non è affatto piaciuta alla deputata e coordinatrice regionale del Trentino Alto Adige di Forza Italia Michaela Biancofiore che via Facebook lancia l’offensiva: “Ci vuole una bella faccia tosta, specie l’indomani della visibilità offerta festa dalla Liberazione, a far trapelare la notizia di un’accelerazione alla ricandidatura a sindaco di Bolzano. Caramaschi, il Pd e il centrosinistra sognano una riconferma che per i bolzanini sarebbe un’incubo immeritato. I nostri concittadini con i quali parliamo ogni giorno, sognano infatti una liberazione da anni e anni di sfascismo delle amministrazioni di centrosinistra”. 

Secondo il quotidiano locale l’attuale sindaco si presenterà alla guida della “Lista civica con Caramaschi” (nome che vince non si cambia), con un’infornata di nuovi candidati, e circola già il nome dell’ingegner Pietro Borgo, ex manager Iveco, ora nel cda della Fondazione Castelli. 

Caramaschi, il Pd e il centrosinistra sognano una riconferma che per i bolzanini sarebbe un’incubo immeritato

Il giudizio di Biancofiore è tranchant: “Mai ma proprio mai Bolzano è stata così invivibile dalla sua fondazione”, e giù con l’elenco impietoso: “Degrado, sporcizia, insicurezza, rapine, baby gang, risse, immigrazione incontrollata, spaccio, fatiscenza, traffico, viabilità folle, smog, la fanno da padrona innanzi ai bolzanini irretiti e esasperati, che non mancheranno di esprimere il proprio giudizio nelle urne”.

Toccherà dunque al centrodestra, “a Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia in primis e ci auguriamo anche alla Svp, fin dal primo turno - azzarda la parlamentare azzurra - far risorgere Bolzano e ridarle il ruolo di capoluogo-simbolo della Mittel Europa. Serve una svolta decisa, serve voltare pagina e servono politici e tecnici in grado di avere un visione del futuro della città, di sviluppo, benessere, bellezza, prosperità”. È la prima curva di una stagione di campagna elettorale che già si preannuncia infuocata. 

 
Advertisement

Kommentar schreiben

Kommentare

Bild des Benutzers alfred frei
alfred frei 27.04.2019, 10:35

“Degrado, sporcizia, insicurezza, rapine, baby gang, risse, immigrazione, spaccio, fatiscenza" una descrizione di Chicago anni 30 proiettata a Bolzano anni 2020. Peccato che Caramaschi non somigli ad Al Capone, sarebbe di aiuto per la lista "sviluppo, benessere, bellezza, prosperità” di Michaela Biancofiore, così bianco che più bianco non si può !

Bild des Benutzers 19 amet
19 amet 27.04.2019, 10:47

Wir brauchen eben die Faschisten und die Biancofiore, die seit Jahrzehnten auf unsere Kosten lebt, und keinen Beistrich jemals für uns weiter gebracht hat.

Bild des Benutzers Martin Daniel
Martin Daniel 27.04.2019, 19:04

Zum Glück finanziert der Steuerzahler dieser Frau ihre Traumwelt, sonst müsste sie tatsächlich, äh, ja, ar-bei-ten, oder so was von der Art

Bild des Benutzers Richter Peter
Richter Peter 27.04.2019, 22:45

Also wenn man einiges sagen kann dann folgendes: die Politiker von der Lega und von Forza Italia sind nicht fähig zu regieren. 2011 Beinahe-Staatsbankrott, jetzt sind wir wieder ökonomisch und sozial im Keller. Also Salvini, Biancofiore, Bessone, Berlusconi und Konsorten. Geht nach Hause! Eure Lügen brauchen wir nicht.

Advertisement
Advertisement
Advertisement