Athesia
Salto.bz
Advertisement
Advertisement
Gastbeitrag

Athesia pigliatutto

Come e perché il gruppo Ebner fece man bassa dei quotidiani italiani dell’Alto Adige e del Trentino, creando una concentrazione editoriale che domina l’intera regione.
Advertisement
Salto Plus

Cara lettrice, caro lettore,

questo articolo si trova nell’archivio di salto.bz!

Abbonati a salto.bz e ottieni pieno accesso ad un giornalismo affermato e senza peli sulla lingua.

Noi lavoriamo duramente per una società informata e consapevole. Attraverso vari strumenti si cerca di sostenere economicamente questo sforzo. In futuro vogliamo dare maggior valore i nostri contenuti redazionali, e per questo abbiamo introdotto un nuovo salto-standard.

Gli articoli della redazione un mese dopo la pubblicazione si spostano nell’archivio di salto. Dal primo gennaio 2019 l’archivio è accessibile solo dagli abbonati.

Speriamo nella tua comprensione,
Salto.bz

Abbonati

Già abbonato/a? Accedi e leggi!

Noi di salto.bz continuiamo a lavorare sodo anche durante la crisi attuale per fornirvi notizie, analisi e retroscena in modo indipendente e critico. Sostienici e abbonati ora per garantire lunga vita a salto.bz!

Advertisement
Advertisement
Ritratto di kurt duschek
kurt duschek 9 Febbraio, 2020 - 09:53

....ottima analisi della situazione mediatica ! Complimenti!

Ritratto di kurt duschek
kurt duschek 9 Febbraio, 2020 - 09:59

....ausgezeichnete Analyse zur Medienwelt In Südtirol!

Ritratto di Benno Kusstatscher
Benno Kusstatscher 9 Febbraio, 2020 - 13:45

E mentre l'analisi si ferma alla perspettiva tutta italiana, gli stessi imprenditori lungimiranti in modo più europeo già cavalcano l'euregio per mettersi in pole position anche nel Nordtirolo.

Ritratto di Andreas Melchiori
Andreas Melchiori 10 Febbraio, 2020 - 13:13

... senza parole...

Ritratto di Diego Nicolini
Diego Nicolini 10 Febbraio, 2020 - 14:42

Tu dici che: “Le persone di riferimento in tema di contributo statale sono state esclusivamente il sottosegretario Vito Crimi e rappresentanti governativi dei Cinque Stelle”.
Vito Crimi era, nel momento al quale fai riferimento, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con la delega all'editoria. Come ben sai, in uno Stato di diritto come quello italiano, il ruolo del Sottosegretario è una figura istituzionale e pertanto, a legislazione vigente, i contributi all'editoria sono presenti nel nostro quadro normativo e pertanto andavano e vanno concessi. Questo però non modifica la posizione politica di Vito Crimi su quelle richieste. Attenzione collega, la tua critica riflette esclusivamente la tua interpretazione sbagliata delle parole apparse sul Tageszeitung e non ha nessun legame con la realtà dei fatti. Il MoVimento è assolutamente contrario alle concentrazioni editoriali, oggi più di ieri. Quando Ebner è stato nominato alla commissione dei 6 siamo stati gli unici a condannare pubblicamente questa scelta onde evitare il sommarsi di più "poteri", concedimi la parola, in capo alla stessa persona. La Democrazia, come sai, è il contemperamento delle esigenze delle parti e le decisioni per tutti sono poi figlie del dibattito democratico, la nostra idea è quella di evitare la concentrazione in capo ad un unico gruppo editoriale di quello che nel tempo è stato chiamato come "quarto potere".

Ritratto di Riccardo Dello Sbarba
Riccardo Dello Sbarba 10 Febbraio, 2020 - 17:30

Diego, quelle parole tra virgolette che riporti sono la citazione della rettifica che Athesia ha fatto pubblicare sulla Tageszeitung. Le ho citate perché mi sembravano significative non di Crimi, ma di Athesia. Resta però il fatto che della piccola modifica alla legge sull'editoria, con la reintroduzione dei tetti alle concentrazioni su scala regionale, promessa da Fraccaro e Crimi, per adesso non si è visto nulla. Ma la legislatura durerà ancora per un po' e sono sicuro che prima che finisca i due proporranno finalmente in un disegno di legge la modifica alla legge sull'editoria che hanno annunciato.

Ritratto di Matthias Wallnöfer
Matthias Wallnöfer 10 Febbraio, 2020 - 15:41

Als Alternative zu den Athesia-Tageszeitungen gibt es neben der deutschsprachigen Tageszeitung eigentlich nur mehr den letzthin immer weniger beachteten 'Corriere dell'Alto Adige' als Beilage zum 'Corriere della sera' (weiß nicht, ob es im Trentino auch so einen 'Corriere del Trentino' gibt).
Inzwischen wird in Südtirol neben Online-Medien wie Salto die eine oder andere zweisprachige Publikation (Zebra) aufgelegt, vielleicht kommt es irgendwann auch zu einer mehrsprachigen Tageszeitung; evtl. als Überlebensmaßnahme für den angeschlagenen 'Corriere dell'Alto Adige'?

Ritratto di Fabio Marcotto
Fabio Marcotto 10 Febbraio, 2020 - 18:53

Complimenti! Tanto lavoro, tanta informazione per noi lettori

Advertisement
Advertisement
Advertisement