Donati Schwazer
sportfair.it
Advertisement
Advertisement
L'intervista

L’“abbandono” di Donati

Il tecnico di Schwazer annuncia: “Non allenerò più alcun atleta”. Resta l’impegno a far emergere la verità sul caso del marciatore. “Alex è forte, si riprenderà”.
Di
Ritratto di Sarah Franzosini
Sarah Franzosini12.08.2016
Advertisement
Salto Plus

Cara lettrice, caro lettore,

questo articolo si trova nell’archivio di salto.bz!

Abbonati a salto.bz e ottieni pieno accesso ad un giornalismo affermato e senza peli sulla lingua.

Noi lavoriamo duramente per una società informata e consapevole. Attraverso vari strumenti si cerca di sostenere economicamente questo sforzo. In futuro vogliamo dare maggior valore i nostri contenuti redazionali, e per questo abbiamo introdotto un nuovo salto-standard.

Gli articoli della redazione un mese dopo la pubblicazione si spostano nell’archivio di salto. Dal primo gennaio 2019 l’archivio è accessibile solo dagli abbonati.

Speriamo nella tua comprensione,
Salto.bz

Abbonati

Già abbonato/a? Accedi e leggi!

Noi di salto.bz continuiamo a lavorare sodo anche durante la crisi attuale per fornirvi notizie, analisi e retroscena in modo indipendente e critico. Sostienici e abbonati ora per garantire lunga vita a salto.bz!

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Advertisement
Ritratto di Dr. Streiter
Dr. Streiter 12 Agosto, 2016 - 19:31
Dass die Grosskotzigkeit die Schwazer seit immerschon zu Tage legt, den Südtirolern so gefällt ist bedenklich. Gut die Medien stilisieren ihn auch zum Helden. Jetzt ist er ~allein gegen die Doping-Mafia", was für eine Farce. Aber der Patriotismus ist stärker als die Vernunft. Grauslig.
Advertisement
Advertisement
Advertisement