Paul Köllensperger
Köllensperger
Advertisement
Advertisement
Sviluppi

Team K bussa, Alde apre

Il movimento di Paul Köllensperger aderisce al gruppo dei liberali europei. Ma l'alleanza con +Europa non è scontata. "Nulla è ancora deciso".
Advertisement
Advertisement

La “casa” europea del Team Köllensperger, in vista delle elezioni comunitarie di maggio, sarà il gruppo dell’Alde. L’ingresso nell’Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa è stata ufficializzata oggi (21 marzo) a Bruxelles dove stamani Paul Köllensperger è approdato insieme ai colleghi Armin Toll e Christian Furtschegger.

Forte del bagaglio di voti (43.315) conquistati alle provinciali dello scorso ottobre Team K sta ancora sondando il terreno per scegliere un partner che possa superare il 4% nazionale nella competizione elettorale. Da una parte c’è l’alternativa “listone” del Partito democratico e dall’altra + Europa, entrata ufficialmente nell’Alde lo scorso febbraio, con Emma Bonino che fa parte della rosa dei sette candidati - il Team Europe - alla presidenza della Commissione europea. 

Il puzzle delle europee

La “co-abitazione” nel gruppo Alde non sigilla in automatico anche l’alleanza fra Team K e + Europa. Non c’è infatti alcuna presa di posizione ufficiale in merito da parte di Köllensperger che, interpellato da salto.bz, si limita a dire: “Restano aperte entrambe le opzioni, Pd e + Europa, sull’alleanza per le europee decideremo nei prossimi giorni, per il momento siamo contenti dell’ammissione da parte dell’Alde e speriamo che i liberali possano impedire una vittoria dei nemici dell’Europa. Sarebbe auspicabile - prosegue Köllensperger - che a livello europeo succedesse ciò che è avvenuto in Alto Adige, dove Team K ha assorbito i voti che ha perso la Svp e sottratto voti agli euroscettici di destra. Solo un’Europa più unita e più democratica potrà affrontare le grandi questioni del nostro tempo”.

 

Köllensperger
Paul Köllensperger ha incontrato oggi a Bruxelles Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino di +Europa

 

Sarebbe auspicabile che a livello europeo succedesse ciò che è avvenuto in Alto Adige, dove Team K ha assorbito i voti che ha perso la Svp e sottratto voti agli euroscettici di destra

Mentre appare ormai definitivamente tramontata la candidatura del leader di Team K alle prossime europee fra i nomi che circolano ora c’è quello dell’avvocatessa Renate Holzeisen, peraltro già candidata dei Verdi alle europee del 2009.

Se, fra le opposizioni, gli ambientalisti sosterranno il Partito Verde Europeo ancora incerto è invece il destino sia di Südtiroler Freiheit che, qualora dovesse decidere di candidarsi, punterebbe a un apparentamento con la Europäische Freie Allianz; sia dei Freiheitlichen che spera di correre insieme alla Lega (l’ultima parola spetta alla direzione di Milano che tirerà le somme alla fine della prossima settimana).

Ci provano anche i socialisti, l’Asa ovvero l’associazione dei Partiti socialisti, socialdemocratici e democratici dell’Arco Alpino discuterà insieme alla SPÖ austriaca una strategia comune domani a Innsbruck. C’è tempo fino al 7 aprile per presentare i simboli, entro il 15 aprile dovranno invece essere depositate le liste dei candidati.

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Team Köllensperger Klausur
Team Köllensperger
Op(era)tionen

“Nie mit der Lega”

Europa
upi
Verso le elezioni

Il risiko delle europee

Aggiungi un commento

Ritratto di fr° g
fr° g 25 Marzo, 2019 - 13:44

Wie positioniert sich das Team Köllensperger auf europäischer Ebene bezüglich Finanztransaktionssteuer (u.ä.)?
Wirtschaftsliberal finde ich ja bis zu einem gewissen Punkt plausibel
(auch wenn ich diesbezüglich eine andere Meinung vertrete);
jedoch würde mich interesssieren ob und inwiefern im Team K überhaupt zwischen Realwirtschaft und Finzanzwesen unterschieden wird,
denn nur auf europäischer Ebene könnte letztere in Schranken gesetzt werden.
Ich bitte die Parteien hierzu klare Positionen zu beziehen.
Ich finde es immer wieder erstaunlich wie systemimmanente wirtschafts- und sozialpolitische Basisthemen von den Medien und den Parteien einfach konsequent ignoriert werden.
Hochfrequenzhandel und Derivate zerstören die Realwirtschaft,
bitte um Stellungnahmen diesbezüglich.
Übrigens, meine Europawahlempfehlung: Gruppierungen um Yanis Varoufakis.

Advertisement
Advertisement
Advertisement