Giovani
upi
Advertisement
Advertisement
la statistica

Un giovane su 4 non sa cos'è la Proporz

Tedeschi e ladini sono favorevoli al 62% e all’85%, mentre gli italiani lo sono solo nel 33% dei casi. A Bolzano il numero più alto di contrari.
Advertisement
Salto Plus

Liebe/r Leser/in,

dieser Artikel befindet sich im salto.archiv!

Abonniere salto.bz und erhalte den vollen Zugang auf etablierten kritischen Journalismus.

Wir arbeiten hart für eine informierte Gesellschaft und müssen diese Leistung finanziell stemmen. Unsere redaktionellen Inhalte wollen wir noch mehr wertschätzen und führen einen neuen Salto-Standard ein.

Redaktionelle Artikel wandern einen Monat nach Veröffentlichung ins salto.archiv. Seit 1.1.2019 ist das Archiv nur mehr unseren Abonnenten zugänglich.

Wir hoffen auf dein Verständnis
Salto.bz

Abo holen

Bereits abonniert? Einfach einloggen!

Ogni abbonamento è un sostegno a un giornalismo indipendente e critico e un aiuto per garantire lunga vita a salto.bz.

Advertisement
Advertisement
Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 22 Luglio, 2022 - 22:30

Credo che il 33% degli "italiani" favorevoli potrebbe costituire un irripetibile bacino per una ricerca definitiva sulla vera natura della sindrome di Stoccolma...

Ritratto di Manfred Gasser
Manfred Gasser 23 Luglio, 2022 - 11:09

Sie glauben also, dass italienische Südtiroler, die den Proporz für gut halten, eine psychische Störung haben?

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 11:33

Prima di risponderle, una domanda: chi sarebbero esattamente gli "italienische Südtiroler"?

Ritratto di rotaderga
rotaderga 23 Luglio, 2022 - 12:17

Ich will es versuchen zu veranschaulichen: könnten es die Kinder der Generation "siamo in Italia" sein, welche zu Besuch in der Heimat ihrer Eltern, als "polentoni und crauti" bezeichnet werden und in Südtirol den Dialekt noch nicht voll verstehen? (ena)

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 12:39

In effetti la domanda andrebbe posta all'estensore dell'articolo, più che a chi ha scritto il commento sopra e al quale la rivolgevo.
Quando si parla di «italiani lo sono (favorevoli alla proporzionale, NdA) solo nel 33% dei casi», a quali italiani ci si riferisce? A quelli nati qui? A quelli nati altrove ma emigrati qui? A quelli dichiarati italiani? A quelli dichiarati tedeschi? A quelli che conoscono solo il tedesco? A quelli che conoscono anche il dialetto locale? A una parte di quelli che ho detto (e sicuramente qualche categoria l'ho dimenticata)? A tutti?
Insomma: come è stato deciso il campione?

Ritratto di Manfred Gasser
Manfred Gasser 23 Luglio, 2022 - 12:42

Flüchtigkeitsfehler meinerseits, sollte natürlich "italienischsprachige" Südtiroler heißen. Weitere Erklärung vonnöten?

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 13:10

Approfondisco il concetto.
Se chiediamo ad un altoatesino A (e con altoatesino A intendo una persona immigrata qui in giovane età dal resto d'Italia) che ha frequentato solo scuole italiane, con una conoscenza del tedesco limitata alle certificazioni di lingua standard (mettiamo "patentino" A) e dichiarato italiano, sulla bontà o meno della proporzionale darà indicativamente la risposta X.
Se invece la stessa domanda la poniamo ad un altoatesino B (e con altoatesino B intendo nato qui da genitori di madrelingua italiana) ma che ha frequentato solo scuole locali tedesche, con una conoscenza del tedesco estesa anche al dialetto locale e dichiarato tedesco, sulla bontà o meno della proporzionale darà indicativamente la risposta Y.
Ecco: per rispondere alla sua domanda, diciamo che un altoatesino A che dà la risposta Y a me qualche curiosità la suscita...

Ritratto di rotaderga
rotaderga 23 Luglio, 2022 - 13:24

UCAS (uffico complicazioni affari semplici) !!!

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 13:45

Caro mio, viviamo nel mondo della complessità.
Capisco il desiderio di semplificare (bianco/nero, alto/basso, magro/grasso, italiano/tedesco, altoatesino/sudtirolese), ma quando si ha a che fare con il consesso sociale sono le infinite sfumature che contano...

Ritratto di rotaderga
rotaderga 23 Luglio, 2022 - 14:05

appunto UCAS ;=)

Ritratto di Manfred Gasser
Manfred Gasser 23 Luglio, 2022 - 18:18

Also finden Sie es befremdlich, wenn die Person A für eine Sache ist, von der sie direkt keinen Nutzen hat, sondern, in der Theorie, nur Person B profitieren kann.

Ritratto di Manfred Gasser
Manfred Gasser 23 Luglio, 2022 - 18:23

Und noch was, für mich wäre der Proporz sobald wie möglich abzuschaffen, und alle öffentlichen Wettbewerbe wären, den Anfirderungen entsprechend, zweisprachig zu machen.

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 19:32

Signor Gasser, qui mi pare ci sia un bell'equivoco. E adesso capisco anche il tenore delle sue risposte.
Mi pare lei ignori - non so se volontariamente o proprio non lo sappia - un fatto acclarato. La proporzionale applicata nel pubblico impiego danneggia il gruppo linguistico italiano (quella parte che si dichiara italiana) comprimendo a favore del gruppo linguistico tedesco l'offerta occupazione in quell'ambito.

Ritratto di rotaderga
rotaderga 23 Luglio, 2022 - 20:20

Un fatto acclarato ? Esempi?

Ritratto di Manfred Gasser
Manfred Gasser 23 Luglio, 2022 - 20:42

Nessun' equivoco da parte mia.
Und wie könnte ich etwas ignorieren, was ich nicht weiss. Aber bitte klären Sie mich auf.
Meine Meinung zum Proporz lesen Sie weiter oben.

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 23 Luglio, 2022 - 21:00

E' tutto spiegato nel libro - ormai introvabile - "La minoranza dominante" della sociologa Flavia Pristinger. Ora non ho tempo di illustrarlo compiutamente qui, quindi mi prenderò l'onere di fare un articolo al riguardo nei prossimi giorni.

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 5 Agosto, 2022 - 07:18

Il falso mito della proporzionale
Come un principio redatto a salvaguardia del gruppo etnico tedesco si è rivelato un sistema di compressione occupazionale a sfavore del gruppo etnico italiano
https://www.salto.bz/it/article/04082022/title

Ritratto di Alberto Stenico
Alberto Stenico 23 Luglio, 2022 - 16:06

Sarebbe interessante sapere quali Istituzioni locali abbiano il compito di informare i cittadini sulle motivazioni dell'Autonomia e sul perché della proporzionale: la Scuola? la Provincia? la Rai? Dove si impara l'Autonomia?

Ritratto di Alberto Stenico
Alberto Stenico 23 Luglio, 2022 - 22:02

" Aus Liebe zur Wahrheit", nella nuova legge sull'edilizia sociale NON è stata re-introdotta la proporzionale. Nella legge è stato richiamato pari, pari, l'articolo 15 dello Statuto di Autonomia, così come è sempre stato applicato anche dall'Ipes: "La Provincia di Bolzano utilizza i propri stanziamenti destinati a scopi assistenziali, sociali e culturali in proporzione diretta alla CONSISTENZA di ciascun gruppo linguistico e in riferimento alla ENTITA' DEL FABBISOGNO del gruppo medesimo..." Cioè la MEDIA PONDERATA tra Proporzionale e Fabbisogno. Non è così difficile da capire e da spiegare. Tanto rumore per niente, ma tanta confusione diffusa tra la gente a danno della convivenza.

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 24 Luglio, 2022 - 00:07

«Ma in realtà la proporz è stata “mentalmente archiviata” da tutta la classe politica da quando nei primi anni Duemila è stata la destra italiana, rappresentata da Giorgio Holzmann, a definirla come “un bene” anche per il gruppo linguistico italiano. Uno strumento, utile, cioè, per tenere almeno “salda” la posizione nel comparto pubblico che è di gran lunga il principale sbocco lavorativo per il gruppo italiano.»
La dichiarazione di Holzmann, che ben ricordiamo, fu unicamente funzionale a poter accreditare Alleanza nazionale nei confronti della SVP come possibile partner di governo provinciale, ovvero qualcosa che in quegli anni sembrava possibile in seguito all'affermarsi del centrodestra come forza di governo nazionale. La "leggenda metropolitana" - perché di ciò sostanzialmente si tratta - secondo la quale la proporzionale nel pubblico impiego tutelerebbe l'offerta occupazionale per il gruppo linguistico italiano non ha alcuna corrispondenza fattuale con la realtà oggettiva.

Ritratto di Maximi Richard
Maximi Richard 29 Luglio, 2022 - 20:35

Aber in Südtirol ist alles in deutscher Hand. Wer würde ohne Proporz überhaupt Italiener anstellen?

Ritratto di Hartmuth Staffler
Hartmuth Staffler 29 Luglio, 2022 - 21:25

Die deutschen Handelsketten in Südtirol bevorzugen Mitarbeiter, die kein Wort Deutsch sprechen.

Ritratto di Luca Marcon
Luca Marcon 3 Agosto, 2022 - 12:59

«Aber in Südtirol ist alles in deutscher Hand. Wer würde ohne Proporz überhaupt Italiener anstellen?»
L'art. 97 paragrafo 4 della Costituzione italiana stabilisce che «Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, [salvo i casi stabiliti dalla legge]». Da ciò consegue che senza le rispettive riserve proporzionali (che, ripeto, valgono solo per il pubblico impiego), al medesimo accederebbero i più meritevoli in ordine di graduatoria senza distinzioni di lingua di appartenenza. Quindi la domanda da fare è: senza proporzionale, nel pubblico impiego in Alto Adige come si ripartirebbero le assunzioni in base ai gruppi linguistici? La risposta è nota ormai da cinquant'anni.

Advertisement
Advertisement
Advertisement